Seguici su

Cerca nel sito

5 titoli tricolori e tante medaglie al collo, per il Mushin Karate di Nuova Palocco

Gli atleti della società del X Municipio, non hanno disilluso le attese, nel torneo nazionale

Più informazioni su

Il Faro on line – E’ stato pesante il bottino raccolto dal Mushin Karate, ai Campionati Italiani Fiam, che si sono svolti a Riccione, il 28 e il 29 marzo. Ben 34 sono state le medaglie conquistate, nelle due categorie in cui suoi atleti hanno partecipato. Gli agonisti, inseriti nel Team Project, ne hanno vinte 19 e i pre – agonisti, partecipanti invece, del Project Baby, ne hanno invece, ottenute 15.

La società sportiva di Nuova Palocco, che dal 1996 divulga i valori del karate e si impegna nella formazione dei tanti giovani che da questa data, hanno vestito la sua divisa, ha raccolto podi preziosi, sia nel kata che nel kumite, conquistando il titolo di vice campione d’Italia, per gli agonisti ed il quarto posto, invece, con i pre – agonisti. Due traguardi, molto importanti.

Per la categoria degli agonisti impegnati nel kata maschile, il titolo italiano è andato a Daniele Rea, seguito sul secondo gradino del podio, sia da Diego Del Proposto, il capitano della squadra, che da Cristiano Cannavacciuolo. I terzi classificati sono stati Riccardo Falanesca, Lorenzo Del Proposto, fratello di Diego e Fabrizio Ascone. Ai piedi del podio, sono giunti invece, ben 3 atleti del Mushin : Luca Pellegrini, Andrea Golabek ed Andrea Tulimiero. Nel kata femminile, invece, Claudia Pilosu ha ottenuto la medaglia di bronzo, insieme a Michela Manchi e Giorgia Cavazzuti, quella di legno.

Per il kumite, Luca Pellegrini è riuscito ad ottenere la medaglia d’argento, insieme a Riccardo La Motta ed Andrea Tulimiero. I terzi classificati sono stati Andrea Marcelletti, Diego Del Proposto, Riccardo Falanesca, Daniele Rea e Andrea Golabek. Ai piedi del podio, è giunto Fabrizio Ascone. Per le atlete invece, il primo gradino del podio è stato conquistato da Michela Manchi, seguita dalla sua compagna di squadra, Giulia Cortesi. Chiara Barone ha ottenuto invece la medaglia di bronzo. 

Per la categoria dei pre – agonisti, il settore giovanile del Mushin, sono state 15 le medaglie vinte. Nel kata maschile, il titolo tricolore è andato ad Alessio Angelini, mentre quello di vice è stato ottenuto, sia da Valerio Rauco che da Gianluca Azara. I quarti classificati sono stati invece, Simone Marcelletti e Federico Mancini. Nel kata femminile, Emilia Risa ha vinto la medaglia d’oro, seguita da Camilla Iannucci, Viola Gabbarini e Giulia Mancini che hanno invece ottenuto, quella d’argento. Il bronzo è stato conquistato da Laura Foti e Sabrina Casella. 

Il kumite ha visto ben 7 atleti raggiungere 6 podi ed un quarto posto. Il campione italiano 2015 è stato Valerio Rauco, mentre il titolo di vice è andato ad Edoardo Morgante e Niccolò Suar. Gianluca Azara è giunto ai piedi del podio. Nel combattimento, le atlete che hanno ottenuto la medaglia d’argento sono state due : Sabrina Casella e Ludovica Morgante. Mentre Emilia Rasi ha chiuso la sua competizione, al terzo posto.

Una festa per il Mushin. Puro spirito. Come puri e umili sono stati i suoi atleti, che nelle varie specialità hanno saputo ottenere anche più di una medaglia, frutto di un’educazione sportiva e umana, ben trasmessa. Non si finisce mai di gareggiare alla prima vittoria, se c’è un altro titolo da conquistare e non termina mai, la propria strada, se la volta dopo, quella medaglia sfuggita per un soffio, può farsi trovare nella seconda sfida agonistica. Lo sport è messaggio di valori importanti, se i suoi atleti, come quelli del Mushin di Nuova Palocco, hanno saputo vincere e divertirsi tutti insieme, in compagnia del karate e del suo puro spirito. 

Alessandra Giorgi

Più informazioni su