Seguici su

Cerca nel sito

Al via “Cultural-mente, incontri tra le righe”

Sacconi: "Ripartiamo con la rassegna e lo facciamo, con la preziosa presenza della scrittrice Lidia Ravera"

Più informazioni su

Il Faro on line – Giovedì 2 aprile alle ore 18:00, presso il complesso monumentale di San Sisto riprende “Cultural-mente, incontri tra le righe”, con il libro della scrittrice Lidia Ravera, dal titolo “Gli Scaduti”. Dopo l’8 marzo 2013 l’assessore regionale alla Cultura torna a Montalto per la seconda volta a raccontare il suo ultimo libro.
Gli Scaduti, sarà presentato da Marino Santinelli, il libro racconta di un futuro prossimo, così prossimo che è contenuto nel presente. Dopo gli anni del “grande disordine” prende il potere un Partito Unico. Lo prende in nome di una soffice e non violenta rivoluzione generazionale, i Tq, trenta-quarantenni, si installano al posto dei padri che vengono rottamati allegramente, ma la parola rottamazione non si può usare, è vietata.

Li tolgono dalla circolazione al compimento del sessantesimo anno d’età. Gli uomini con gli uomini, le donne con le donne. L’obiettivo del nuovo partito è una sorta di ritorno alla natura, a venticinque anni le femmine devono produrre un figlio, la chirurgia estetica è vietata, sono vietati i matrimoni intergenerazionali, un cinquantenne con una trentenne: non si può) e via normando l’ordine naturale della vita.

“Ripartiamo – commenta l’assessore alla Cultura, Eleonora Sacconi – con la rassegna Cultural-mente che ormai da tre anni sta appassionando il nostro pubblico. Lo facciamo, con la preziosa presenza della scrittrice Lidia Ravera, che per la seconda volta viene a presentare un suo libro nel nostro paese ed è intervenuta con grande entusiasmo alla presentazione del Teatro comunale Lea Padovani casa della cultura e teatro stabile, in qualità di assessore alla Cultura della Regione Lazio”.

“Al termine dell’evento – conclude l’assessore Sacconi – ci sarà la consueta cena con l’autore presso uno dei ristoranti del paese: uno strumento che in questi anni ci sta aiutando anche a promuovere i nostri prodotti tipici e le attività produttive del territorio”.

Più informazioni su