Seguici su

Cerca nel sito

I consiglieri del centrodestra: “A Villa Guglielmi degrado e immondizia”

I Consiglieri: "L'immagine di Villa Guglielmi e' sconfortante. Del grande parco giochi promesso da Montino si sono perse le tracce"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Nutrie grandi come gatti che scorrazzano tra i bambini. Erba che ormai ha superato il metro di altezza, giochi malmessi, panchine coperte di vegetazione. Ovunque degrado e immondizia”. E’ il duro attacco di numerosi consiglieri dell’opposizione, tra cui Raffaello Biselli, William De Vecchis, Mauro Gonnelli, Roberto Merlini, Giuseppe Picciano e Federica Poggio, all’attuale amministrazione di centrosinistra, colpevole, a loro avviso, di non aver mantenuto le promesse riguardo alla gestione di Villa Guglielmi.

“L’immagine di Villa Guglielmi che oggi viene fuori dalle prime pagine di un quotidiano nazionale è sconfortante – proseguono – come sconfortanti sono le parole utilizzate dalle persone intervistate. La pazienza è ormai finita. La città è stufa di sentire promesse che poi regolarmente finiscono per rimanere parole al vento. Stufa di annunci che rimangono tali. L’acquisizione di nuove porzioni di Villa Guglielmi. Il “grande parco giochi”, parole di Montino, promesso lo scorso novembre a una rappresentanza di alunni delle scuole materne ed elementari del territorio. Doveva essere inaugurato in primavera. ‘Ci lavoreremo già quest’inverno, realizzeremo un grande parco giochi all’interno di Villa Guglielmi, uno spazio molto grande, che non conterrà una sola altalena o un solo scivolo, ma tantissimi giochi destinati ai bambini del nostro Comune’ disse il sindaco. Di quel parco si sono perse le tracce.

In compenso Montino ha rispolverato il vecchio zoo safari con nutrie, roditori e volpi morte allo stato brado – concludono polemicamente – Cosa insegna questa amministrazione ai più piccoli? A raccontare frottole e bugie per poi farla franca? Che l’immagine e l’apparire sono migliori della sostanza? Oggi Montino ha dato loro una grande lezione di vita: mai credere alle favole”.

Più informazioni su