Seguici su

Cerca nel sito

Acqua con arsenico, il Comune applica un ristoro del 50%

Assessore Tuoro: "I cittadini vanno sostenuti"

Più informazioni su

Il Faro on line – Si è svolto l’incontro previsto fra l’assessore al Bilancio del Comune di Civitavecchia Florinda Tuoro e le varie associazioni a tutela dei consumatori e dei cittadini del territorio. Erano presenti anche il delegato del quartiere Aurelia Antonio Visciola e alcuni rappresentanti del comitato dei cittadini. Nell’incontro l’assessore Tuoro ha rappresentato che l’amministrazione ha deciso di prevedere un ristoro corrispondente al 50% del solo canone acqua a tutti i cittadini residenti ed ai titolari degli esercizi commerciali esercenti le attività di somministrazione di alimenti e bevande nelle zone oggetto delle ordinanze di non potabilità causa arsenico nell’acqua del 2013-14. 
“Siamo contenti di aver trovato il modo per venire incontro alle giuste richieste dei cittadini – afferma l’assessore Tuoro – e che gli incontri con le associazioni si siano svolti in un clima disteso”.

“Per ottenere il ristoro i cittadini dovranno compilare uno specifico modulo che sarà messo a disposizione sia tramite sportello che tramite le associazioni ed allegare allo stesso la bolletta dell’acqua contestata – informa l’assessore Tuoro – inoltre in questa occasione dovranno comunicare la lettura effettiva del contatore per l’applicazione del ristoro riguardanti il periodo in oggetto”.”Sebbene le gravi difficoltà del bilancio comunale – spiega invece il Sindaco Antonio Cozzolino – abbiamo tenuto fede all’impegno preso pubblicamente con i cittadini qualche tempo fa. La coerenza è uno dei punti cardine del Movimento 5 Stelle ed intendiamo farne un punto cardine anche dell’azione amministrativa. Avrò comunque il piacere di incontrare i cittadini, insieme al sempre presente delegato di zona, delle aree interessate il prossimo 14 aprile presso la palestra della scuola elementare di Aurelia per illustrare ciò che è stato deciso ed ascoltare inoltre le varie esigenze e problematiche degli abitanti”.

Più informazioni su