Seguici su

Cerca nel sito

Compartimento Marittimo di Gaeta, richiesta l’elevazione al grado di Capitano di Vascello

L'elevazione consente di superare l'attuale situazione di squilibrio nei rapporti istituzionali con la pubblica amministrazione"

Più informazioni su

Il Faro on line – Il Comune di Gaeta, la Provincia e la Camera di Commercio di Latina, chiedono al Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto di elevare il Compartimento Marittimo di Gaeta al grado di Capitano di Vascello. Importanti sono le motivazioni che hanno spinto il Sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano, la Presidente della Provincia di Latina Eleonora Della Penna ed il Presidente della Camera di Commercio di Latina Vincenzo Zottola, a sottoscrivere la formale richiesta, inviata nei giorni scorsi agli organi competenti. 
Si parte dalla considerazione dell’ampiezza del compartimento marittimo di Gaeta, che oggi ha il grado di Capitano di Fregata, e la cui giurisdizione comprende tutti comuni della Provincia di Latina e della Provincia di Frosinone, ben 124 comuni e 197 km di litorale e di costa comprese le isole ponziane. Un’estensione territoriale, cui corrisponde un’altrettanto vasta articolazione amministrativa che, comparata con similari Compartimenti Marittimi, porta a considerare pienamente sussistenti le condizioni per dare corso all’elevazione in questione. 

Nella domanda il comune di Gaeta, la Provincia e la Camera di Commercio di Latina auspicano “che il Comando Generale delle Capitanerie di Porto possa valutare la possibilità di affidare al Comando del Comparto Marittimo di Gaeta il grado di Capitano di Vascello che oltre a consentire un allineamento ai corrispondenti Uffici istituzionali similari in ambito territoriale, rappresenterebbe un punto cardine di quel processo di sviluppo della nostra area che vede nell’economia legata alla filiera del mare la propria eccellenza. ….

In tale prospettiva è stata mirabile l’intuizione della Camera di Commercio di Latina  a cui oggi viene riconosciuto il ruolo di guida e riferimento nelle politiche di sviluppo nazionale e regionale delle filiere economiche legate all’economia del mare”. Inoltre affidando il Compartimento Marittimo di Gaeta ad un Capitano di Vascello si raggiungerebbe un obbiettivo strategico significativo per l’intera organizzazione periferica del Corpo delle Capitanerie di Porto.
“L’elevazione – precisano gli Enti richiedenti –  si presenterebbe come una qualificata promozione del corpo, consentendo di superare l’attuale situazione di squilibrio nei rapporti istituzionali con la pubblica amministrazione ed il tessuto economico dell’intera circoscrizione territoriale marittima di servizio sulle quali la propria funzione giurisdizionale incide”.

In particolare si fa riferimento alla continua espansione dell’attività portuale, anche in relazione alle nuove e significative opere di potenziamento ed ammodernamento delle infrastrutture messe in atto nel Porto di Gaeta, futura piattaforma logistica da e per il centro Italia. Nella richiesta si riconosce altresì che “la concretizzazione di tale iniziativa rappresenterebbe un giusto riconoscimento alla città di Gaeta e all’intero territorio delle province di Latina e Frosinone (oltre 100.000 imprese di cui 2.281  legate all’economia del Mare) con le sue capacità imprenditoriali e la sua forza economica, offrendo una reale risposta dell’Amministrazione Marittima alle esigenze, sempre crescenti degli utenti e d operatori portuali e della risorsa mare in genere”. Altro elemento rilevante di valutazione su cui si invita il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto a riflettere è quello della sicurezza.
L’affidamento al grado di Capitano di Vascello punta, infatti, a soddisfare anche specifiche esigenze di maggior salvaguardia della sicurezza nella vasta area di litorale, incastonata in un complicato territorio di confine (provincia di Caserta, Terra dei Fuochi e Napoli), notoriamente caratterizzato dalla presenza di fenomeni di criminalità organizzata di stampo mafioso.

Su questo aspetto “E’ necessario – si precisa nella domanda – che anche l’organizzazione periferica del Corpo delle Capitanerie di Porto, in materia di tutela ambientale, possa contribuire più efficacemente all’adeguata azione di controllo del territorio e prevenzione, già condotta dagli interlocutori istituzionali, tutti affidati a rango superiore ( Questure, Comandi provinciali Carabinieri, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco ecc.).Un’ultima considerazione di rilievo, a supporto della richiesta avanzata, riguarda la complessità dell’ambito territoriale del Compartimento Marittimo di Gaeta in cui insistono  importanti insediamenti militari strategici: a Gaeta il Porto Militare ospita la Base Nato, la Base permanente navale della VI Flotta Usa e della squadra navale di scorta alla portaerei “La Salle”, e la nave Ammiraglia Uss “MountWhitney; ed ancora il distaccamento Navcasmed (Naval Communications Area Master Station Mediterranean); Latina invece è sede della Base Nato N.c.i.s.s. (NATO Communications and information System School).Comune di Gaeta, Provincia e Camera di Commercio di Latina concludono osservando che l’elevazione sarebbe una scelta “strategica nell’azione istituzionale avviata in questi anni per contribuire ad incrementare culturalmente la crescita di settori quali quello dell’economia del mare che del nostro territorio rappresenta la vocazione naturale”.

Più informazioni su