Seguici su

Cerca nel sito

Pasqua, si apre la stagione estiva per la spiaggia di Castelporziano

La spiaggia libera attrezzata più grande d'Europa, si prepara a ricevere l'assalto di visitatori e buongustai

Più informazioni su

Il Faro on line – Arriva la Pasqua e Castelporziano, la spiaggia libera attrezzata più grande d’Europa tanto cara ai romani, si prepara a ricevere l’assalto di visitatori e buongustai. In anticipo sui tempi, i chioschi che da 54 anni garantiscono i servizi di ristorazione, aprono i battenti rendendo fruibile a tutti il grande parco naturalistico disteso sulla via Litoranea tra il km 6,400 e il km 8,000. Da sabato 4 aprile tutti i giorni sarà possibile transitare dai cancelli, scendere nei parcheggi interni e abbandonarsi alle inimitabili sensazioni che le dune di macchia mediterranea, la spiaggia e le acque trasparenti di Castelporziano offrono, magari gustando un caffè, sorseggiando una bibita o inforchettando nella pausa un piatto di spaghetti con le vongole.

Gli appassionati della natura in questi giorni potranno ritrovare fioriture e esplosioni di verde sulle dune marittime (sulle quali è assolutamente vietato transitare) e rarità faunistiche. In alcuni punti la spiaggia, poi, conserva tronchi d’albero e relitti trascinati dalle mareggiate invernali che, in attesa di essere bonificati, possono costituire fonte di ispirazione per gli artisti della ricicle-art e di curiosità generale. Fotografi e pittori potranno, dunque, sbizzarrirsi su soggetti unici offerti dal paesaggio e dalla natura. Consigliato l’uso del binocolo per gustare scorci altrimenti irraggiungibili della vegetazione e della fauna selvatica.

In mancanza della specifica ordinanza balneare della Capitaneria di Porto, anche se la bella stagione potrebbe invitare a farlo, resta il divieto di immergersi in mare fino al 1° maggio. In attesa che l’amministrazione locale ripristini i servizi presso i fabbricati retrodunali, saranno i punti-ristoro a garantire i servizi igienici e la possibilità di spogliatoio per i frequentatori di Castelporziano. Confidando nella prosecuzione della convenzione stipulata nel 2002 ed interrotta nel 2014 dal X Municipio, il Consorzio Castelporziano ’98 (autorizzato ad ammodernare i chioschi purtroppo senza gli atti successivi) si è impegnato fino all’estate scorsa ad assicurare l’assistenza e il salvataggio dei bagnanti, la pulizia dell’arenile e la tutela delle dune dal calpestìo.  E auspica, nell’interesse comune, di poter continuare a poter fornire questi servizi all’insegna della gratuità e della libertà di fruizione della storica spiaggia donata dalla Presidenza della Repubblica ai romani.

Più informazioni su