Seguici su

Cerca nel sito

Acqualatina, l’Autorita’ competente si esprime sul deposito cauzionale

Il precedente gestore non trasferì ad Acqualatina gli importi versati dagli utenti

Più informazioni su

Il Faro on line – In occasione della risposta a un quesito posto da un Utente, nei giorni scorsi, l’Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico (Aeegsi) si è espressa sull’argomento “deposito cauzionale”, chiarendo definitivamente i vari dubbi sul tema.
L’Aeegsi ha specificato che, come sancito dall’articolo 8 della propria delibera 86/2013/R/IDR, è previsto che il ricalcolo del deposito cauzionale venga operato per tutti gli Utenti con contratto in essere con il loro attuale Gestore. Viene sancita ufficialmente, dunque, la correttezza di quanto sinora sostenuto e operato da Acqualatina.

Nel rispetto di quanto deliberato, infatti, Acqualatina ha operato su due fronti:
addebitando, in bolletta, la differenza tra quanto già versato dagli Utenti, o trasferito ad Acqualatina dai precedenti gestori e l’importo di ricalcolo; restituendo i conguagli positivi emersi a seguito del ricalcolo a oltre 27mila Utenti, per un importo complessivo di oltre 1milione di euro.

È chiaro che, in tutti i casi in cui il precedente gestore non trasferì ad Acqualatina, nel passaggio di gestione, gli importi in passato versati dagli Utenti, Acqualatina ha dovuto addebitare l’intero importo previsto che, si ricorda, è stimato sulla media di consumo annuo della fascia tariffaria di appartenenza e rateizzato in due bollette.

In questo modo, si spera di aver fatto chiarezza su un tema complesso che, in questi mesi, ha sollevato numerosi dubbi e discussioni.

Più informazioni su