Seguici su

Cerca nel sito

Gran finale per il festival “Pagine a colori” con Roberto Piumini

L'ex Sala Capitolare degli Agostiniani di San Marco, accoglierà la manifestazione con appuntamenti di teatro, musica, e lettura

Più informazioni su

Il Faro on line – “Pagine a colori”, il festival della letteratura illustrata, si appresta a vivere il gran finale il 12, 13 e 14 aprile, con la partecipazione straordinaria di Roberto Piumini, tra gli scrittori per bambini e ragazzi più conosciuti in Italia, i cui testi sono stati tradotti in molti paesi del mondo. Piumini, che in tanti anni di attività, ha costantemente rivolto il proprio sguardo alle giovani generazioni, sviluppando percorsi d’indagine e d’invenzione di straordinaria ricchezza e pubblicando centinaia di libri per ragazzi, sarà affiancato negli spettacoli tra teatro, musica e lettura, dall’attrice e regista Patrizia Ercole, dal compositore Andrea Basevi e dall’illustratrice Monica Rabà. La tre giorni si aprirà domenica 12 aprile, alle ore 21,00.

L’ex Sala Capitolare degli Agostiniani di San Marco, accoglierà la manifestazione che inizierà con l’opera: Il portatore di baci, storia di un bacio affidato, consumato e riportato, nel tempo dei cavalieri e della cortesia. Un racconto sull’impegno, la sorpresa e la generosità dell’amore (ingresso libero). Lunedì 13 aprile duplice appuntamento al Cinema Etrusco. Alle ore 9, le classi quarte e quinte della scuola elementare assisteranno a Storie dell’Orizzonte, spettacolo di racconti e poesie che vedrà il coinvolgimento diretto dei bambini in azioni, mimo e canti. Alle ore 11, per le classi prima e seconda della scuola media, sarà la volta dello spettacolo Nel mucchio di parole, con sentimenti ed emozioni tradotti in canzoni, poesie e racconti.

Il 14 aprile, alle ore 9, nell’ex Sala Capitolare degli Agostiniani di San Marco, si terranno i due laboratori-spettacolo Acqua di Bumba, per le classi seconda e terza della scuola elementare. Il festival, Pagine a colori, è organizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Tarquinia, con il sostegno della Fondazione Cariciv, Unicoop Tirreno e della biblioteca comunale Vincenzo Cardarelli e con la partecipazione dell’Officina dell’Arte e Mestieri Sebastian Matta, del Museo Arte Sacra Tarquinia, del Cinema Etrusco, dell’Ic Ettore Sacconi e dell’Iiss Vincenzo Cardarelli.

Più informazioni su