Seguici su

Cerca nel sito

Sanità, Santori: “Preoccupa l’omertà di Zingaretti sulla destinazione del Forlanini”

AssoTutela: "Zingaretti latita sul Forlanini. La struttura versa in condizioni di estremo degrado, si nomini subito un Commissario"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Mentre si rincorrono voci su scellerate ipotesi per la svendita dell’imponente struttura ad arabi o cinesi, registriamo con rammarico il silenzio omertoso del presidente Zingaretti sull’intera vicenda e fantasiose idee di alcuni amministratori locali, incapaci di rispettare le richieste e le esigenze del territorio che vuole preservare il grande patrimonio storico, monumentale e culturale del Forlanini da indecenti speculazioni garantendone le finalità sociali o socio-assistenziali – afferma il consigliere regionale Santori -. Dal primo gennaio l’intero complesso è di proprietà della Regione Lazio e dopo quattro mesi, nessuno è stato in grado di specificare l’effettiva destinazione d’uso dell’ex nosocomio con il totale abbandono degli spazi esterni e interni ormai divenuti rifugio per immigrati, prostitute, senza tetto, balordi, spacciatori tra immondizia, pavimenti allagati, guano dei piccioni e vetri rotti”.

“È in corso la classica operazione della sinistra mirata alla svalutazione delle strutture per svenderle agli amici degli amici a prezzi modici vedi recentemente con il patrimonio immobiliare di pregio di Roma Capitale ma nel passato Centrale del Latte, Iri e chi più ne ha più ne metta. Tutto ciò è inaccettabile e non permetteremo mai che sul Forlanini si possa speculare e a breve annunceremo iniziative forti a cui Zingaretti sarà costretto a rispondere, a noi o alla Procura della Repubblica”. Così in una nota il consigliere regionale Fabrizio Santori membro della commissione salute che alle ore 15 parteciperà all’assemblea indetta dai comitati e associazioni all’interno dell’aula magna del Forlanini.

“Campeggia questa mattina, sulle pagine di Repubblica, l’inchiesta sulle condizioni di estremo degrado in cui è ridotto il Forlanini. AssoTutela lanciò l’allarme da tanto tempo e continuiamo costantemente su questa strada. Peccato che Zingaretti non senta”. Lo dichiara il presidente Michele Maritato che incalza: “La struttura versa in condizioni di estremo degrado: cosa aspetta la Regione, che ci scappi il morto per qualche crollo improvviso o accidentali cadute sui pavimenti pesantemente divelti? Chiediamo che si nomini immediatamente un commissario, considerato che la Regione Lazio – che ha preso in gestione l’ospedale dimesso ma ancora funzionante – da questo punto di vista è inadempiente e non rispetta la legge”.

“Il fatto – continua Maritato – è ancora più grave se si considera che nell’imminenza del Giubileo Ares 118 e cabina di regia regionale, diretta dall’impareggiabile D’Amato, hanno stabilito che i pellegrini – conclude amaramente il presidente – bisognosi di cure debbano farsi assistere dentro 10 tendoni con la spesa di 1 milione, come fossimo in campeggio e non nella Capitale d’Italia”. 

Più informazioni su