Seguici su

Cerca nel sito

Il movimento No Coke Alto Lazio contro la centrale di Torrevaldaliga Nord

"Fuori il carbone dalla nostra bolletta", incontro con la cittadinanza lunedì 13 aprile

Più informazioni su

Il Faro on line – “Partito dalla Liguria, dopo le tappe a La Spezia e Vado Ligure, il tour nazionale ‘Fuori il carbone dalla nostra bolletta’ arriva a Civitavecchia, la città che ospita una delle più grandi centrali a carbone in Italia e una tra le maggiori in Europa”. E’ quanto si legge in un comunicato del movimento No Coke Alto Lazio, che da anni si batte contro la Centrale a Carbone di cittadina laziale.

“La difesa della salute e dell’ambiente impongono a tutti la necessità di cambiare un sistema che utilizza il carbone per la produzione di energia- prosegue il comunicato – rendendo praticabili alternative che utilizzino sempre più le fonti rinnovabili, altrettanto efficaci e indubbiamente più sostenibili.

E’ indispensabile favorire l’abbandono delle fonti fossili in via di progressivo esaurimento e la cui estrazione comporterà crescenti rischi per l’ecosistema e per la salute delle persone, conflitti ambientali ormai quotidiani e cambiamenti climatici non più ignorabili. Con questi obiettivi, oltre che per fare il punto sulla situazione della battaglia contro l’inquinamento perpetrato dalla centrale di Torrevaldaliga Nord e sulle iniziative possibili da mettere in campo, che il Movimento No Coke Alto Lazio, lunedì 13 aprile – a partire dalle ore 17 presso la Sala Conferenze della Biblioteca Comunale – promuove, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale di Civitavecchia, l’incontro pubblico al quale è invitata a partecipare tutta la cittadinanza.

Parteciperanno Marco Mariano, presidente di “Retenergie”, cooperativa tra soci produttori di energia rinnovabile, Sara Capuzzo, responsabile comunicazione di “È nostra Energia Condivisa”, Maurizio Puppi del Movimento No Coke Alto Lazio, Mauro Mocci di ISDE-Medici per l’ambiente e Alessandro Manuedda, Assessore all’Ambiente del Comune di Civitavecchia.Retenergie, nata nel 2008, si interessa della produzione distribuita di energia rinnovabile, fornendo ai propri soci servizi di riqualificazione energetica e gestione di gruppi acquisto, mentre “È nostra Energia Condivisa”, nata con il Progetto Ue ResCoop 20-20-20, è una cooperativa di distribuzione e consumo che privilegia l’utilizzo di energia da impianti rinnovabili di comunità per favorire lo sviluppo della produzione di energia dal basso.

In apertura dell’incontro, sarà proiettato anche il cortometraggio “Epicentro Civitavecchia”, realizzato da Giulia Morelli, David Pagliani e Patrizia Pace nell’ambito dell’omonimo progetto che il Cdca – Centro di Documentazione sui Conflitti Ambientali, ha condotto in città tra il 2013 e il 2014, dedicato, per volere degli stessi autori, a Giuseppe Ibelli.

Più informazioni su