Seguici su

Cerca nel sito

La Festa della Merca arriva alla sua 47° edizione

L’evento simbolo dell’Università Agraria di Tarquinia in programma il 18 e 19 aprile alla Roccaccia

Più informazioni su

Il Faro on line – È l’evento simbolo dell’Università Agraria di Tarquinia: la Festa della Merca, giunta alla 47ª edizione e abbinata quest’anno alla XIX Edizione della Mostra Nazionale del Bovino Maremmano, si svolgerà il 18 e il 19 aprile alla Roccaccia. Il programma, come di consueto, sarà denso di situazioni. Si parte sabato 18 aprile, con l’inaugurazione alle ore 10. A seguire due momenti di confronto: una tavola rotonda con gli allevatori e un convegno dedicato al turismo equestre tra territorio e proprietà collettive, dove sarà presentato il nuovo e atteso regolamento CONI per la monta maremmana. Saranno poi consegnate le “Coltrine d’Oro”.

Durante la due giorni molte le iniziative per i bambini: un’area ludica con laboratori, il battesimo della sella, il percorso animato “Lucignolo”. Al pomeriggio gimkana maremmana per giovani cavalieri e soprattutto lo spettacolo equestre dedicato alla Maremma e ai suoi migliori caroselli. Domenica 19 aprile, dalle ore 9.30, si terrà la dimostrazione della marchiatura del bestiame, in forma non cruenta. Novità assoluta sarà la master class di mascalcia diretta dal maestro Claudio Bonini e dalla giovane e abile Ilenia Muscianese. Alle ore 10, avrà luogo lo spettacolare cross country.

Alle ore 11, tornerà lo spettacolo equestre. Confermata, anche per questa edizione, alle ore 11.30, la mostra cinofila, che precederà la premiazione della Mostra Nazionale del Bovino Maremmano. Al pomeriggio, dalle ore 15, si svolgerà la dimostrazione della cattura del vitello con le migliori squadre della Maremma e la consegna del trofeo dedicato a Marino Mancini. A chiudere il palio degli asini giunto ormai alla 3ª edizione. Ad arricchire la manifestazione, un grande stand gastronomico e un villaggio espositivo. Il resto lo farà la splendida cornice della Roccaccia e l’abilità dei butteri: cavalcanti di Maremma cui è dedicata l’edizione 2015, che ha l’ambizione di essere anche la prima della Festa della Monta da Lavoro.      

Più informazioni su