Seguici su

Cerca nel sito

Sanità, Fi: “Vergognoso l’atteggiamento del presidente Zingaretti”

I consiglieri Abbruzzese, Fazzone e Simeone (Fi): "Utili le risposte e non le fughe di Zingaretti" 

Più informazioni su

Il Faro on line – “. Oggi centinaia di cittadini della provincia di Latina sono venuti fuori gli uffici della giunta regionale perche i sindaci del comune di Fondi, Sperlonga, Campodimele e Monte San Biagio dovevano presentare una petizione firmata da migliaia di persone per contestare il sostanziale indebolimento della sanità pontina, in particolare, dell’ospedale San Giovanni di Dio di Fondi. Tale struttura viene fortemente depotenziata: il reparto di ostetricia, vera eccellenza,  di fatto viene definitivamente indebolita visto che si stanno togliendo i servizi di chirurgia d’urgenza. E questa è una sorta di chiusura mascherata. Il presidente Zingaretti, di fronte ai cittadini che chiedono risposte perchè la sanità è al collasso, preferisce scappare” – dichiara il consigliere Fi della Regione Lazio, Abbruzzese Mario.

“Inaccettabile l’atteggiamento del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che questa mattina di fronte alle centinaia di cittadini del comprensorio centro della provincia di Latina venuti a Roma per chiedere di essere ascoltati, si è dato alla fuga. Non accettiamo scuse su questo atteggiamento che delinea ancora una volta l’incapacità di Zingaretti di assumersi le sue responsabilità – dichiara in una nota il senatore di Forza Italia Claudio Fazzone – Perché è a causa della sua inerzia ed incompetenza che i cittadini stanno pagando un prezzo altissimo in termini di servizi e diritti. Se Zingaretti pensa che la sua fuga servirà a cancellare la nostra battaglia si sbaglia di grosso cosi come tutti quelli che stanno insultando i cittadini del comprensorio dentro accusandoci di fare campagna elettorale. Gli unici che stanno denigrando i cittadini sono il presidente della Regione e tutto il centrosinistra. Andremo avanti e sull’accaduto presenterò una interrogazione urgente al presidente del Consiglio Renzi. Pretendiamo delle risposte e subito. Le pretendono e meritano i 600 mila abitanti della provincia di Latina”.

“Anche il ministro Lorenzin ha cassato la politica sanitaria del presidente della Regione Lazio. Di fatto sono i numeri a sancire un fallimento che avevamo previsto. I tagli lineari che Zingaretti ha messo in campo hanno solo peggiorato la sanità nel Lazio condannandola ad una lenta quanto inesorabile agonia – dichiara in una nota il consigliere regionale di Forza Italia, Giuseppe Simeone – Anteporre una mera logica numerica alla risoluzione delle innumerevoli criticità che contraddistinguono servizi e prestazioni sanitarie ha ridotto i nostri ospedali all’ombra di se stessi esasperando i cittadini che sono stati privati di ogni diritto alla cura. Ci auguriamo che sia la volta buona e che Zingaretti prenda atto della sua incapacità a governare”.

Più informazioni su