Seguici su

Cerca nel sito

Salario Accessorio dipendenti comunali, Rsu: “Non si sta festeggiando nulla”

Rsu: "Risorse aggiuntive, veridicità dell'accordo e sua possibile attuazione"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Si sono lette in questi giorni sulla stampa locale una serie di valutazioni sull’accordo per i fondi relativi al salario accessorio 2013-2014. Riterremmo utile che venissero evitate delle eccessive enfatizzazioni. In particolare dal fronte della politica sono venuti apprezzamenti forse un poco sopra le righe. Sarà bene riportare le cose alla loro dimensione reale. In primo luogo si tratta di un accordo che, posto che disinnesca una situazione di tensione nelle relazioni sindacali e che riporta un minimo di serenità, non rappresenta la conclusione di un percorso e giunge con un sensibile e colpevole ritardo. Ne è semmai l’avvio. Non va dimenticato che si sta parlando di economie del fondo del salario accessorio anno 2013/2014,  che comunque la contrattazione nazionale destina ai dipendenti comunali” – dichiara in un comunicato la Rsu del Comune di Civitavecchia.

“Ciò che è mancato ad oggi – prosegue la nota Rsu – è l’apporto di risorse aggiuntive eventualmente messe a disposizione da parte dell’amministrazione comunale restano aperte le seguenti questioni: 1) concreta applicazione dell’accordo con l’erogazione effettiva delle risorse, come previsto nell’intesa sottoscritta, entro il mese di Maggio; 2) Indirizzo politico alla delegazione di parte pubblica e quali risorse metterà in campo la Giunta Comunale da destinare al fondo 2015; 3) Contrattazione sulla bozza di piattaforma del contratto collettivo decentrato 2015/2017; A ciò si aggiunga il valore della dichiarazione a verbale resa dalla Rsu e dalle Oo.Ss. che è a corredo del verbale d’accordo e che riconferma la volontà di continuare a perseguire con ogni azione il riconoscimento di quanto, a seguito della nota relazione del Mef è stato messo in discussione a proposito di salario accessorio  dei comunali, riferito all’anno 2013″.

“Torna poi utile ricordare, anche per raffreddare i facili entusiasmi, che per il 2014 l’Amministrazione Comunale non ha ritenuto utile implementare il fondo – si legge nella nota Rsu – Il Sindaco ha reso inoltre, alla stampa locale, delle proprie dichiarazioni che meritano una precisazione. Ha asserito che termina l’epoca delle elargizioni a pioggia e che le risorse sulla produttività verranno erogate sulla base di valutazioni meritocratiche. In relazione al primo punto non risulta che sui dipendenti del comune vi sia stato un qualche diluvio di denaro che ne abbia sostanzialmente modificato le sofferte condizioni salariali. Per quanto riguarda la seconda spericolata affermazione qualcuno informi l’amministrazione comunale che le schede di valutazione non sono una loro innovazione e che sempre le risorse accessorie sono state distribuite in ordine a criteri meritocratici ( Ccnl 01/04/1999; interventi legislativi sino al Decreto L. n.150 del 2009 e successivi)”.

“Resta da capire – conclude la nota Rsu – come e da chi verranno realizzate le schede di valutazione; in particolare in quei settori ed uffici privi di dirigente o che hanno un dirigente solo da poco, quindi non in grado di valutare il lavoro degli anni trascorsi. La Rsu continuerà, con serietà ed equilibrio, a rappresentare gli interessi e diritti dei lavoratori del Comune di Civitavecchia. Ora siamo pronti per la sfida sulla contrattazione del contratto collettivo decentrato 2015/2017 e attendiamo l’indirizzo politico dell’amministrazione comunale sul fondo anno 2015”.

Più informazioni su