Seguici su

Cerca nel sito

Il consigliere Giordani (Pd), interviene sulla questione Tantari

Giordani: "Tantari doveva capire che era il momento di creare una nuova crisi"

Più informazioni su

Il Faro on line – Il Consiglio comunale avrebbe dovuto eleggere il nuovo presidente in sostituzione del dimissionario Massimiliano Giordani; unita l’opposizione aveva deciso di non partecipare al voto uscendo dall’aula; l’intento era quello di non consentire l’elezione facendo mancare il numero legale di consiglieri previsto dallo statuto. Al momento del voto anche il vicepresidente Antonino Abate (Pd) ha lasciato l’aula e questo ha provocato la reazione dell’ex presidente e del Sindaco che hanno usato pesantissimi commenti per giudicarne il gesto; a questo punto è rientrato in aula il consigliere Umberto Tantari eletto nella Lista Civica per Abate Sindaco che con la sua presenza ha fatto si che si raggiungesse il quorum di presenze necessario.

Dopo i numerosi interventi su quanto accaduto, le dichiarazioni ufficiali del Pd di Ardea e del Psi, anche il consigliere Mauro Giordani ha voluto rilasciare una sua dichiarazione: “La maggioranza Di Fiori ha la stampella e si chiama Umberto Tantari che ha consentito di poter votare il presidente del Consiglio Comunale – esordisce Giordani, e prosegue – È scandaloso che la città sia ancora nelle mani di questi incapaci. Tantari doveva capire che era il momento di creare un nuovo scossone a questo governo aprendo una nuova crisi. Si prenderà le responsabilità per ciò che ha fatto, e i cittadini si renderanno presto conto del danno che ha provocato al paese”. 

“Chi viene eletto civicamemte ha una responsabilità forte – conclude Giordani – ma c’è’ sempre il rischio che, non avendo una segreteria di partito alle spalle, possa fare un lavoro che non è proprio di opposizione, anche costruttiva. I cittadini devono condannare questa amministrazione incapace, bocciando nell’urna tutti quei soliti noti che governano da venti anni la nostra Ardea”.

Mario Savarese

Più informazioni su