Seguici su

Cerca nel sito

La fontana della discordia

Gli abitanti hanno cominciato la costruzione di un'opera che fa discutere

Più informazioni su

Il Faro on line – È discordia accesa tra i cittadini di Ardea per la costruzione di una fontana che si sta realizzando in prossimità dell’arco dell’acropoli, proprio ai piedi del Catrum Ardeae meglio noto con il nome di castello Sforza – Cesarini. Tutto è nato dal lodevole impegno di abitanti della rocca – l’antica acropoli – che stanno dedicando il loro tempo libero del fine settimana a ripulire e manutenere quelle antiche opere che da secoli costituiscono il vanto di questo paese.

Abbandonate a se stesse da decenni, per incuria e mancanza dei fondi necessari al loro mantenimento, questi volenterosi hanno iniziato ripulendo dalle erbacce antichi passaggi e lo stesso palazzo ducale. In occasione del Natale avevano ripulito e riportato al loro naturale aspetto le grotte scavate nel tufo proprio sotto la rocca, realizzando in una di queste il Presepe ed arredando le altre con antichi attrezzi che testimoniavano l’utilizzo originario di quei luoghi. Fu un successo di visite di scolaresche e di turisti. Forse presi dall’entusiasmo e dalla voglia di ridare splendore ad una città che fu grande ancor prima di Roma, gli stessi stanno realizzando in questi giorni una fontana che secondo alcuni non si intona con l’ambiente in cui è stata collocata.

La discussione che è nata tra chi è favorevole a prescindere e chi invece non vorrebbe in quel luogo quella costruzione, si è scatenata su Facebook e se ne discute in piazza. L’area paesisticamente protetta che circonda per 150 metri tutto il perimetro dell’acropoli richiede sicuramente autorizzazioni specifiche e per questo si attendono chiarimenti da parte dell’Amministrazione e del Sindaco che si spera possano fare chiarezza e sedare gli animi.

Mario Savarese 

Più informazioni su