Seguici su

Cerca nel sito

Presentazione del libro: “Gli ebrei a Fondi e nel territorio”

Il sindaco De Meo: "La città è sempre stata attenta all'immigrazione"

Più informazioni su

Il Faro on line –  Avrà luogo domani, Giovedì 23 Aprile, alle ore 11.00 presso l’Auditorium San Domenico la presentazione del libro “Gli Ebrei a Fondi e nel suo territorio” (2014) a cura del prof. Giancarlo Lacerenza, docente presso il Centro di Studi Ebraici dell’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”. Ai saluti del Sindaco di Fondi Salvatore De Meo e dell’Assessore alla Cultura Lucio Biasillo seguiranno gli interventi dello stesso prof. Lacerenza e degli studiosi dell’ebraismo in terra pontina proff.ri Gaetano Carnevale, Giovanni Pesiri e Pier Luigi De Rossi. Il volume, edito dal Comune di Fondi e dall’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale” – Centro di Studi Ebraici, raccoglie gli atti dell’omonimo Convegno tenutosi a Fondi il 10 Maggio 2012.

Costituisce la più completa pubblicazione sulla secolare presenza ebraica non solo nel territorio di Fondi ma anche, dal XIII al XVI secolo, negli altri feudi dei Caetani nel Regno di Napoli e, tra il XV e XVI secolo, in un’area molto più vasta, ovvero il Lazio e la Campania. Nella prima parte del libro sono ospitati gli indirizzi di saluto del Sindaco Salvatore De Meo e dell’Assessore Lucio Biasillo, del Presidente del Creia Mauro Antonelli, del Presidente della Comunità Ebraica di Napoli Pier Luigi Campagnano, del Responsabile Ucei – Unione delle Comunità Ebraiche Italiane – Dipartimento Educazione e Cultura Gadi Piperno, dell’Assessore alla Cultura e ala Memoria della Comunità Ebraica di Roma Livia Ottolenghi.Seguono gli studi di Eliodoro Savino (“Ebrei nel territorio di Fondi nella Tarda Antichità”), Heikki Solin (“Iscrizioni giudaiche antiche a Fondi”), Maria Teresa Caciorgna (“La contea di Fondi nel XIV secolo”), Giovanni Pesiri (“Insediamenti ebraici a Fondi e negli altri feudi dei Caetani nel Regno di Napoli – secc. XIII-XVI”), Anna Esposito (“La presenza ebraica fra Lazio e Campania tra XV e XVI secolo”), Nella Vano (“Dal Regno alla Campagna: insediamento e mobilità ebraica a Veroli nel primo Cinquecento”), Pier Luigi De Rossi (“Gli ebrei a Terracina”), Giancarlo Lacerenza (“La distruzione di Fondi nella cronaca ebraica di Yosef ha-Kohen”), Gaetano Carnevale (“Riscoprire Fondi ebraica”).

“Gli esiti delle nuove indagini storiche – scrivono nella prefazione il Sindaco De Meo e l’Assessore Biasillo – hanno confermato come la città di Fondi sia stata sempre tesa all’integrazione; una prerogativa ancora oggi attuale. Si evince infatti a più riprese che la minoranza ebraica non subì penalizzazioni o discriminazioni dalla popolazione e dalle istituzioni locali. Ciò conferma storicamente la grande tradizione di accoglienza della comunità fondana, sempre improntata a rapporti di pacifica e feconda convivenza”.

“Il rigoroso lavoro di approfondimento delle radici ebraiche nel nostro territorio che ha avuto esito dal Convegno – proseguono assessore e sindaco – e che ci si propone di divulgare con la presente pubblicazione, si affianca da tempo ad altre attività culturali promosse dall’Amministrazione comunale di Fondi. Tra queste figura in primis la “Giornata Europea della Cultura Ebraica”, che rappresenta una preziosa opportunità di conoscenza e condivisione delle numerose peculiarità dell’ebraismo diffuse sul territorio e costituisce al tempo stesso un giorno di festa che affonda le sue radici in una tradizione tanto antica quanto immersa nella modernità”.

Più informazioni su