Seguici su

Cerca nel sito

Gestione spiaggia Capocotta, interviene il consigliere regionale Pd Avenali

Avenali: "Un esempio di legalità e tutela dell'ambiente"

Più informazioni su

Il Faro on line – “In questi anni la gestione delle spiagge libere di Capocotta è stata un’oasi felice di direzione del bene comune, il mare di Roma, nella legalità e nel rispetto dell’ambiente, garantendo la libera fruizione e l’accesso gratuito – dichiara Cristiana Avenali, consigliera regionale del Partito Democratico e componente della Commissione Ambiente -. Conosco bene questa esperienza, caratterizzata prima del 2000 da degrado e abusivismo e trasformatasi poi in una delle aree più belle del litorale laziale, conservando uno dei pochi esempi di duna mediterranea rimasti sulla nostra costa”.

“In questi 15 anni però si è proceduto a colpi di proroghe e, mentre la normativa ha richiesto adeguamenti alle strutture, non è stato approvato il piano di gestione della riserva del litorale romano. Non possiamo rischiare ora di far pagare questa inerzia istituzionale ai cittadini romani, all’ambiente e a chi ha investito in queste attività – continua il Consigliere -. Credo che ora la prima esigenza che abbiamo sia quella di garantire lo svolgimento della stagione balneare a tutela dei cittadini e delle attività economiche in essere. Nel frattempo bisogna lavorare per approvare nel più breve tempo possibile il Piano di gestione della Riserva del Litorale e costruire un nuovo bando per la gestione della spiaggia, che consenta lo svolgimento di una attività economica e di tutela dell’area”.

“Ho già parlato con l’assessore Estella Marino, nella quale ho trovato massima disponibilità, e nei prossimi giorni spero si riuscirà ad organizzare un incontro anche con l’assessore Sabella delegato al litorale, per affrontare la questione – spiega Avenali -. Il Sindaco Marino e gli Assessori stanno facendo un ottimo lavoro per riportare la legalità ad Ostia, per l’abbattimento del lungomuro, e credo che allo stesso tempo bisogna lavorare ripartendo da quanto di buono fin’ora è stato fatto”.

“Esprimo il mio sostegno alle richieste fatte dal Consorzio Capocotta e mi impegno a lavorare affinchè questo tratto della riserva statale del litorale romano possa essere tutelato allo stesso tempo valorizzando le buone pratiche come questa, spiaggia libera per eccellenza – conclude il Consigliere -, capace di rappresentare un esempio, un modello per la gestione responsabile delle attività economiche, per la creazione di occupazione e la cura del territorio”.

Più informazioni su