Seguici su

Cerca nel sito

Cal: “Esuberi Alitalia 2008, necessario rompere il silenzio”

Il consigliere Ferreri: "Ad Ottobre 2015 molte famiglie locali si ritroveranno senza nessun sostegno al reddito"

Più informazioni su

Il Faro on line – Nel  2008 migliaia di persone furono mandate a casa  con la speranza di essere, tramite formazione, ricollocate nel mondo del lavoro. Oggi  possiamo dire che nessuna azione in tal senso  è stata fatta. Sia in ambito Nazionale, in quello regionale ed aggiungo anche in quello comunale . Non vogliamo  parlare dei tanti errori fatti in passato, ma di cosa dobbiamo fare oggi” – si legge in un comunicato del Movimento Comune Autonomia e libertà.

“Sicuramente – continua il comunicato – per le Istituzioni deve iniziare un periodo di controllo  e monitoraggio delle attività presenti  all’interno dell’aeroporto.
Bisogna procedere subito alla ricerca di soluzioni per gli ex dipendenti aeroportuali che da anni pagano sulla loro pelle una cattiva politica, che ha visto un continuo cambio di governi e ministri .Oggi unica nota positiva il trend di crescita degli ultimi anni dei passeggeri trasportati”.
 
Il 13 Aprile 2015 – afferma il capogruppo Cal, Maurizio Ferreri – abbiamo presentato insieme ad altri Consiglieri della maggioranza un Ordine del Giorno che vuole dare a queste persone tempo per  realizzare progetti di ricollocazione:
Due  punti sono importanti per molte famiglie: l’estensione del sostegno al reddito a carico totale dell’esistente Fsta (Fondo Speciale /Solidarietà Trasporto Aereo) per  il personale aeroportuale posto in mobilità dal 2008; l’Istituzione di bacini di riferimento  con specifiche graduatorie per la formazione e ricollocazione ex lavoratori aeroportuali”.

“Siamo convinti – conclude il comunicato Cal – che il Sindaco Esterino Montino e L’Assessore all’Attività Produttive Anna Maria Anselmi agiranno già da subito coinvolgendo in merito alla richiesta di estensione del sostegno al reddito, il Ministro dei Trasporti  ed il Comitato del Fondo Fsta.

Più informazioni su