Seguici su

Cerca nel sito

Imposte comunali, il Consiglio ha deliberato le modifiche e le detrazioni

L'assessore Avesani: "Ci sono varianti utili ad agevolazioni e detrazioni maggiori"

Più informazioni su

Il Faro on line – Il Consiglio comunale ha apportato modifiche al Regolamento dell’Imposta Unica Comunale, istituita dalla Legge n. 147 del 27 dicembre 2013 (Legge di Stabilità 2014). La Iuc si compone dell’imposta municipale propria (Imu), di natura patrimoniale, dovuta dal possessore di immobili, escluse le abitazioni principali, e di una componente riferita ai servizi, che si articola nel tributo per i servizi indivisibili (Tasi), a carico sia del possessore che dell’utilizzatore dell’immobile, e nella tassa rifiuti (Tari) destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, a carico dell’utilizzatore.

“Le modifiche apportate – spiega l’Assessore Emanuela Avesani – introducono ulteriori detrazioni e agevolazioni rispetto a quelle già stabilite nel 2014, al fine di facilitare le famiglie che vivono in una situazione di difficoltà; le attività di accoglienza sociali ed extra-alberghiere; gli esercenti che decidono di investire sulla propria attività commerciale incrementando il numero di addetti e i servizi offerti alla cittadinanza; i soggetti che attuano azioni a tutela dell’ambiente e degli animali. L’obiettivo è, per quanto possibile, premiare i comportamenti virtuosi sia dei privati cittadini che delle aziende che contribuiscono a migliorare la nostra Città”.
 
“È la migliore risposta a chi sostiene che abbiamo aumentato le tasse – aggiunge il Sindaco Fabio Fucci – Non solo non lo abbiamo fatto, ma abbiamo introdotto ulteriori detrazioni e riduzioni per sostenere le famiglie e le imprese, un’azione volta a ridurre il carico fiscale dei soggetti in difficoltà  e a ‘premiare’ i cittadini virtuosi”. Tasi:Aliquote invariate. 2,5 per mille per l’abitazione principale, anche di lusso, e 1 per mille per i fabbricati rurali ad uso strumentale. Riduzioni Imu: Aliquote invariate. Niente Imu sulle prime case e aliquota al 10,6 per mille per le seconde, mentre per le prime case di lusso (A1, A8 e A9) l’aliquota è al 3,5 per mille. Alle esenzioni e agevolazioni già previste, è stata aggiunta una riduzione dello 0.6 per mille dell’aliquota deliberata per le seconde case possedute da persone fisiche, che vengono messe in locazione a regime concordato. Riduzioni Tari”.

“Oltre alle esenzioni e agevolazioni già previste, sono state introdotte: Per le utenzedomestiche: – riduzione del 50% per la sola prima casa, ai nuclei familiari residenti a cui appartengono soggetti diversamente abili con un’invalidità riconosciuta pari al 100%;- riduzione del 30% della quota variabile alle utenze domestiche che figurano nell’albo comunale dei compostatori (con iscrizione entro il 15 maggio); – riduzione fino ad 300 €, per due annualità consecutive e comunque non superiore all’importo che il contribuente deve versare a titolo di TARI per l’anno oggetto di imposizione, per tutti coloro che adottano un cane di almeno 2 anni di età dal canile convenzionato con il Comune di Pomezia, la cui spesa è a carico di questo Ente;- detrazione fino a 70 € per una sola annualità  per chi sterilizza un cane con microchip o tatuaggio intestato al contribuente”. 

Per le utenze non domestiche e utenze non stabilmente attive – riduzione del 20% per le case famiglia presenti sul territorio;- riduzione del 10% per le attività commerciali (esercenti) già esistenti e per le nuove attività commerciali (esercenti) che dimostrino di aver ristrutturato e/o adeguato il proprio locale per una spesa superiore a 10.000€ , con un massimo di 1.000 € di detrazione per l’anno di riferimento (sono escluse le attività commerciali con video poker, slot machine, locali scommesse e/o gioco d’azzardo);- riduzione del 50% per chi avvia un’attività commerciale e assume almeno il 50% dei dipendenti che siano residenti nel Comune con contratto a tempo indeterminato, per un massimo di 2.000 € di detrazione per l’anno di riferimento (sono escluse le attività commerciali con video poker, slot machine, locali scommesse e/o con gioco d’azzardo);- si stabilisce la costituzione di un fondo per il valore massimo di 25.000 € per definire detrazioni da concedere ad aziende che svolgono attività produttive e industriali che collaborano con l’Ente per progetti sociali o di interesse pubblico;- si stabilisce la costituzione di un fondo per il valore massimo di 25.000 € per definire detrazioni da concedere ad alberghi diffusi ed altre strutture ricettive extra-alberghiere. 

Più informazioni su