Seguici su

Cerca nel sito

Maremma d’aMare, l’assessore Sacconi: “Oltre 7mila persone alla fiera” 

Il sindaco Sergio Caci: "La sinergia tra l'amministrazione, i commercianti e le associazioni ha fatto sì che la qualità dell'evento sia cresciuta notevolmente"

Più informazioni su

Il Faro on line – Cinquanta cavalli, sei associazioni equestri, un chilometro e mezzo di stand, quaranta figuranti del corteo storico e oltre 7mila persone. Questi i numeri della seconda edizione della fiera “Maremma d’Amare” che si è svolta dal 24 al 26 aprile a Montalto Marina. Una kermesse della più antica tradizione maremmana, in cui i Cavalieri sono stati i protagonisti in questo lungo weekend che ha visto la partecipazione di tantissima gente tra le strade del lido. Un villaggio delle tradizioni, un’area giochi per bambini, gli spettacoli di cabaret serali, l’animazione dei clown sul lungomare, la pista da skate: una girandola in continuo movimento che ha suscitato al visitatore emozione e tanto divertimento. Nella tre giorni, presso il centro servizi di via Tevere.

Si sono svolte le dimostrazioni di arti marziali orientali e nelle ore serali lo spettacolo del comico Gianluca Impastato e lo show di cabaret “Tip” con Lallo Circosta. Stand enogastronomici hanno fatto da percorso alla fiera, con la possibilità di degustare prodotti tipici locali e conoscere così i frutti della terra di questo territorio.
I bambini hanno avuto l’occasione di avere uno spazio tutto dedicato a loro. Nei giardini di via Tevere il Comune ha infatti allestito un’area in cui i bimbi hanno potuto divertirsi con i giochi in legno e passeggiare in sella ai pony, mentre a piazzale dei Pescatori le giostre hanno animato le giornate. Tanti i partecipanti anche alla pista skate, dove i turisti hanno assistito alle spericolate esibizioni degli atleti del team “Fardamatti”.

Ma il fulcro della festa è stato presso il villaggio delle tradizioni, dove migliaia di persone hanno ammirato gli spettacoli equestri dei Cavalieri delle sei associazioni: i “Cavalieri di Vulci, i “Cavalieri di Maremma”, “La Bardella”, “Don Chichotte”, Ruben Ranch”, “I giovani Butteri”. Puledri e cavalli nel più bel salone della marina, accompagnati dalla voce e dalla musica della cantante Silvana Pampanini, hanno fatto risaltare la più antica tradizione maremmana. A visitare la fiera anche i tantissimi giovani che, venerdì 24 e sabato 25 aprile, hanno partecipato, presso il teatro Lea Padovani, alla terza edizione di “Dance to the Music”, lo spettacolo hip hop organizzato dalla palestra “Sport Mix Due con il patrocinio del Comune di Montalto. Non solo. Sul campo sportivo Incotti, dal 24 al 26 aprile, si è svolta anche la 1° edizione del torneo di calcio provinciale categoria Pulcini in cui hanno partecipato un migliaio di persone.

“Un’iniziativa che abbiamo visto crescere positivamente in solo due anni – afferma l’assessore alla cultura e grandi eventi Eleonora Sacconi – Ci possiamo ritenere soddisfatti di tutto il lavoro fatto in collaborazione con associazioni e ditte locali. Ringrazio tutti coloro che hanno creduto in noi e nella fiera Maremma d’aMare che è uno dei piccoli passi verso la destagionalizzazione del turismo montaltese. Il ritorno alle tradizioni e il percorso di riscoperta dei nostri prodotti, maestranze e territorio sono e devono continuare ad essere i motori della promozione turistica a Montalto di Castro. Siamo riusciti a rappresentare una grande parte della maremma laziale che sta diventando sempre più, insieme alla storia degli etruschi e al folklore paesano, un volano per il nostro paese”.

“La sinergia tra l’amministrazione, i commercianti e le associazioni – aggiunge il sindaco Sergio Caci –  ha fatto sì che la qualità dell’evento sia cresciuta notevolmente. Vedere il lungomare Harmine pieno di persone per tre giorni consecutivi è la dimostrazione che il programma che l’assessorato al turismo sta mettendo in atto porta benefici alla comunità sempre maggiori, mese dopo mese. Per questo ringrazio tutti coloro che hanno collaborato e in particolar modo l’assessore Eleonora Sacconi che ha ridato vita alle attività socio-culturali e turistiche del nostro paese, mettendo in campo una serie di iniziative di promozione che stanno facendo conoscere Montalto di Castro in giro per l’Italia e non solo. Ringrazio infine tutte le associazioni, i nostri uffici comunali e i tanti cittadini che hanno collaborato con noi nell’organizzazione della fiera, oltre alla Regione Lazio e al consigliere Enrico Panunzi, che è sempre attento alle esigenze del nostro territorio”.

Più informazioni su