Seguici su

Cerca nel sito

Scuolambiente: grande successo per il Flash Mob ‘Per non dimenticare Chernobyl

Maria Beatrice Cantieri (Presidente di Scuolambiente): "Bambini vittime innocenti"

Più informazioni su

Il Faro on line – Si è svolto ieri presso l’area verde di Largo Finizio a Cerenova il Flash Mob organizzato da Scuolambiente in collaborazione con la Pro Loco di Marina di Cerveteri per ricordare il disastro nucleare di Chernobyl, di cui quest’anno se ne celebra il 29esimo Anniversario. È stato un pomeriggio di spettacolo, musica e ballo, ma soprattutto di solidarietà. Grande curiosità per il Flash Mob del Forum Giovani di Scuolambiente. Sulle note di ‘Yuppy du’ di Adriano Celentano, hanno messo in scena una bellissima coreografia durante la quale ognuno di loro, con dei cartelli hanno rappresentato alcuni dei più grandi disastri o scempi ambientali: come i fumi dell’Ilva di Taranto, il disastro di Fukushima,  la nube tossica di Seveso, e, non poteva mancare, il disastro nucleare di Chernobyl! Sorrisi e tanti applausi hanno strappato le piccole voci del Coro dei Bimbi di Civitavecchia, che diretti magistralmente dal M°Laura Maria Gurrado, hanno fatto cantare e divertire con la loro musica i tanti presenti. Madrina e testimonial d’eccezione di tutta l’iniziativa: Rosaria Russi, ex Assessora del Comune di Ladispoli che nel 1997 sostenne e patrocinò le prime attività del progetto accoglienza ‘Per Non Dimenticare  Chernobyl’.

“Quello di Chernobyl è stato il più grande disastro nucleare della storia – ha dichiarato la Presidente di Scuolambiente Maria Beatrice Cantieri – purtroppo nelle televisioni, o nei giornali, non se ne parla, ma le conseguenze sono ancora drammatiche. Bambini di 4, 5 o 6 anni che ancora oggi, nel 2015 a distanza di 29 anni ancora si ammalano e muoiono di leucemie o tumori, bambini vittime innocenti, bambini nati con la sfortuna di essere cresciuti in un posto oramai contaminato e segnato per sempre dalla follia dell’uomo”.
“L’evento di ieri – prosegue la Presidente di Scuolambiente Beatrice Cantieri – è stata non solo una bellissima occasione per sensibilizzare gli spettatori su un avvenimento storico come Chernobyl di cui purtroppo ancora se ne subiscono le conseguenze ma anche l’occasione per presentare e ringraziare tutti coloro che si sono sempre resi disponibili a far si che il progetto accoglienza dei bambini bielorussi procedesse e che diventasse una vera opportunità per questi bimbi di trascorrere un periodo di vacanza “salutare”  nel nostro paese, in luoghi puliti, accoglienti, con  panorami splendidi, assolati e marini, ma soprattutto,  non contaminati dallo iodio  radioattivo di Chernobyl”.
Hanno ritirato il premio:  A.V.O. Ladispoli, C.E.U. Roma Torrino, l’Associazione PUER, quali associazioni gemelline del progetto, le Pro Loco di Cerveteri e Marina di Cerveteri,le testate giornalistiche Altravocenews e l’Ortica,  le Insegnanti degli Istituti Ilaria Alpi e Corrado Melone di Ladispoli, l’Istituto di Viale Adige a Civitavecchia, e poi, Supermercato Carrefour – Cerreto Ladispoli,   la Cooperativa Solidarietà Ladispoli, Quinta Moda by Paolo Monticelli  Ladispoli, la Direzione Marittima  del Lazio Civitavecchia, l’Ufficio Locale Marittimo Ladispoli, Salvatore Uroni della Baronia di Cerveteri, la Delegata alle Iniziative Umanitarie e di Volontariato del Comune di Ladispoli Ida Rossi (allora famiglia ospitante), Aziende agricole Seri dei Monteroni e di Gricciano,  il Vivaio Top Garden Cerveteri,  Stabilimento Six Campodimare, Gruppo Salus Ladispoli, Autocarrozzeria Ciampa Ladispoli, Lavanderia Eurosec 2001 Cerveteri. Infine, Sandro Valentino in rappresentanza dei Volontari del Servizio civile che nell’estate del 2007 ottemperarono all’assistenza del nostro progetto accoglienza estiva ed alcune delle famiglie che in passato hanno ospitato i bambini bielorussi e che tutt ’ oggi continuano ad offrire un diverso supporto di volontariato al progetto.
Un ringraziamento speciale, e doveroso, per il Presidente Vincenzo Cacciaglia della Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia, che da anni sostiene  il progetto “Per non dimenticare Chernobyl”.
Arrivederci a questa estate con i piccoli amici bielorussi, ospiti del Ceu, in arrivo anche nel nostro territorio nel mese di luglio! 

Più informazioni su