Seguici su

Cerca nel sito

Tutto pronto per dibattere in consiglio sul progetto del parcheggio multipiano

Il comitato "No Parcheggio" invita i cittadini al Consiglio del 29 e fa appello alla maggioranza

Più informazioni su

Il Faro on line – Mercoledì 29 Aprile alle ore 20:00 si riunirà il Consiglio Comunale di Gaeta per esprimersi sul progetto di parcheggio multipiano in Villa delle Sirene, convocato su richiesta di alcuni consiglieri di minoranza. Il comitato “No Parcheggio” invita i residenti del quartiere ed i gaetani ad assistere alla seduta pubblica, malgrado l’orario serale scelto dalla maggioranza nel tentativo di scoraggiare la partecipazione cittadina. La grande manifestazione del 23, le circa 2.000 firme raccolte in appena un mese e consegnate, contro il parcheggio, mostrano al di là di ogni ragionevole dubbio un dissenso profondo e diffuso che anche da solo dovrebbe bastare a far desistere immediatamente l’Amministrazione.

“Basterebbe che chiunque fosse in buona fede si facesse una passeggiata nei pressi della Villa e alzasse gli occhi per vedere decine di no esposti sui balconi del più grande palazzo della Villa. Se poi qualcuno sentisse il bisogno di approfondire ulteriormente la questione potrebbe leggere la relazione del geologo e gli altri documenti allegati al bando per rendersi conto della palese assurdità di questo progetto e delle motivazioni dei cittadini. Scoprirebbe così gli enormi problemi tecnici insiti nella realizzazione del parcheggio, i molti aspetti critici che richiederebbero ulteriori approfondimenti e spese, i rischi evidenziati ed i costi impressionanti dell’opera, già circa il triplo del “progetto tipo” allegato. Se tutto ciò non fosse ancora sufficiente si dovrebbe considerare ancora il grande valore storico della Piazza, del quartiere in cui sorge e la fondamentale funzione aggregativa che il sito svolge da tempo” – si legge in un comunicato del Comitoto No Parcheggio. 

Il Comitato ha già annunciato inoltre che sta predisponendo un Piano parcheggi cittadino alternativo comprendente progetti già presentati in passato e misteriosamente scomparsi, per fornire un numero di posti auto anche maggiore, alcuni dei quali nei pressi della stessa Villa e tutti a costi molto inferiori, con zero rischi o impatto ambientale e rispettosi della nostra storia. L’onere di dimostrare per quale motivo questo progetto assurdo debba realizzarsi proprio nell’area prescelta dovrebbe quindi ricadere su chi ha proposto questo inutile scempio, che tuttavia per ora ha saputo solo tacere, mentire o insultare. Le uniche reazioni pubbliche pervenute sono state infatti arroganti, nervose, piene di falsità  e denigratorie nei confronti dei cittadini in lotta.

“Nella persistente  assenza di spiegazioni comprensibili e credibili conctinua il comunicato – diventa più che legittimo pensar male. Chi ha interesse che tutto ciò si realizzi, malgrado tutto e tutti? Per questi motivi l’appello del comitato è rivolto soprattutto ai consiglieri di maggioranza. Che dimostrino essi stessi di essere persone indipendenti e autonome nel giudizio, non suscettibili ad imposizioni dall’alto ma soprattutto attente alle istanze ed alle richieste dei cittadini che gli hanno votati, alla volontà di coloro che gli hanno eletti.

Questi rappresentanti del popolo non si lascino travolgere dall’autoritarismo cieco ed autodistruttivo di chi evidentemente risponde ad altre esigenze. Mostrino a tutti/e di essere degni del delicato ruolo che ricoprono e che non possiedono cambiali da pagare a nessuno. I cittadini saranno presenti per osservare e distinguere chi è dalla loro parte da chi non lo è”.  

Più informazioni su