Seguici su

Cerca nel sito

Baku 2015, la Fiamma Olimpica Europea prende vita 

Per la prima volta nella storia, il 12 giugno prenderanno il via, i primi Giochi Olimpici Europei

Più informazioni su

Il Faro on line – La Fiamma olimpica è stata accesa. E Baku adesso, è più vicina. E’ tutto pronto per le prossime Olimpiadi Europee che si terranno nella capitale dell’Azerbaijan, il prossimo mese di giugno. Infatti, dal 12 al 28 di questo mese, nella terra del fuoco, così chiamata, anche per le ricchezze minerarie, custodite ed esportate in tutto il mondo, si ritroveranno di nuovo, moltissimi atleti. All’incirca 6000. Alcuni ancora in fase di qualifica.
Non di tutto il mondo, però. Infatti, coloro che saranno protagonisti, di questa prima edizione dei Giochi Europei, arriveranno da 49 nazioni del vecchio continente. Si sfideranno nelle 28 discipline sportive scelte, per questa competizione, guidate dalla magia dello spirito olimpico. 

Per la prima volta, nella propria storia, saranno 10 gli sport, che avranno l’onore di mostrare tutta la loro bellezza, all’ombra della bandiera olimpica : Mountain Bike, Triathlon, Basketball 3×3, Cycling Bmx, Ginnastica Acrobatica, Karate, Tennis da Tavolo, Sambo e Wrestling. In questo caso, gli sport da combattimento che di consueto, partecipano ai Combat Games, come il Sambo, il Karate ed il Wrestling, troveranno spazio all’edizione dei Giochi del 2015.

E la sua protagonista principale, è già in viaggio. Infatti, lo scorso 27 aprile, la fiamma olimpica è di nuovo tornata a riscaldare i cuori degli appassionati di sport e degli amanti dei principi olimpici. La cerimonia di accensione è avvenuta in terra azera, a cui hanno partecipato oltre 150 autorità sportive e istituzionali, di tutto il mondo. 
L’evento si è svolto ad Ateshgah, nell’antico tempio sacro, della capitale. Ad officiare l’accensione, è stato il Presidente azero, Ilham Aliyev. Insieme a lui, era presente anche la sua consorte, nonché Presidente del Comitato Organizzatore di questi Giochi continentali inaugurali, Mehriban Aliyev, con il Presidente del Comitato Olimpico Europeo, Patrick Hickey. E’ stata Rafiga Shabanova, la prima tedofora. Un evento storico questo. Sia per lei, che per questa fiamma. La campionessa olimpica di pallamano, di Montreal 1976, è stata infatti, la prima atleta nella storia ad accendere la fiamma europea. 
Dopo di lei, altri personaggi azeri di altissimo livello, correranno lungo le strade dell’Azerbaijan, per portare a tutti e mostrare all’Europa e al mondo, le bellezze e i valori dello sport, del paese europeo, ai confini con l’Asia. Saranno 60 le località percorse. 
All’interno dei Giochi stessi, avranno luogo anche gli Europei di Judo, che per problemi organizzativi, sono slittati dalla data ufficiale, che era stata decisa fosse, dal 9 al 12 aprile, a Glasgow. In questo caso, i judoki europei potranno contendersi il titolo continentale, anche sotto la bandiera olimpica di Baku. Sicuramente, una particolarità. 

Lo scorso 8 gennaio, il Comitato Organizzatore di Baku 2015 ha siglato un accordo con la piattaforma Sky, per la trasmissione live di tutto l’evento, nel nostro Paese. Essa garantirà una copertura dedicata e ad alta definizione, sui canali Hd. Inoltre, per 11 sport protagonisti, ci sarà la possibilità, non solo di salire per la prima volta, sul podio olimpico europeo, ma anche di potersi qualificare, per i prossimi Giochi di Rio 2016. Le discipline in cui gli atleti potranno cercare la strada verso le Olimpiadi brasiliane, saranno : il tiro con l’arco ed il tiro a segno, l’atletica leggera, il pugilato, il ciclismo, il nuoto, il taekwondo, il tennis da tavolo, la lotta, il volley ed il triathlon. 

Dunque, la fiamma è stata accesa e le Olimpiadi europee aspettano. La bandiera olimpica tra 42 giorni, tornerà a sventolare e lo farà all’ombra di un continente che ha bisogno di rinascere, soprattutto dal punto di vista dei valori e lo sport certamente, sarà un ottimo compagno di viaggio, per questo.

Alessandra Giorgi

Più informazioni su