Seguici su

Cerca nel sito

Villa Adele, dopo due anni riapre la biblioteca

Il comitato spontaneo: "Grazie a chi ci ha permesso di raggiungere i nostri obiettivi"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Erano due anni che la struttura osservava un orario indegno per l’importanza del servizio offerto (chiusura alle 14.00 per tre pomeriggi a settimana), causando notevoli disagi agli utenti, in particolare ai più giovani: gli studenti – dichiara il comitato spontaneo per la biblioteca di Villa Adele – A febbraio 2014 nasceva il comitato spontaneo per la biblioteca di villa Adele, con l’obiettivo di chiedere all’amministrazione comunale di tornare ad investire nel servizio e riaprire la struttura con orario completo. Dopo oltre un anno di richieste, proposte, manifestazioni e sacrifici, possiamo  dire che la nostra non è stata una battaglia inutile”.

“Finalmente l’amministrazione comunale, tramite l’assessore alla cultura Laura Nolfi, ha deciso di ascoltare la nostra voce e quella delle oltre 750 persone che hanno firmato in favore della causa, e per questo ringraziamo. Auspichiamo – dichiara il comitato – comunque, che questa soluzione sia definitiva e che, al di là dell’orario continuato, si torni ad investire adeguatamente nel potenziamento della biblioteca e in servizi come questo, perché rappresentano le risorse migliori che il territorio ha a disposizione, per evitare di diventare il dormitorio di Roma, e quindi morire”.

“Un ringraziamento particolare va a tutti quelli che ci hanno supportato -conclude il comitato – direttamente nelle nostre iniziative: Eros Razzano con la dolce vita cineclub, la professoressa Maria Antonietta Lozzi Bonaventura, il professore Clemente Marigliani, il comitato per la tutela della Villa e grotte di Nerone e tutti gli artisti che hanno prestato la loro voce e la loro musica, nella manifestazione dello scorso ottobre in piazza ad Anzio”.

Più informazioni su