Seguici su

Cerca nel sito

Pd e Psi chiedono l’intervento del prefetto per commissariare il Comune

Pd e Psi: "Pretendiamo che vengano applicate le normative vigenti e che si valuti seriamente la possibilità di scioglimento del Consiglio"

Più informazioni su

Il Faro on line – È Una lettera al Prefetto di Roma e al Difensore Civico della Regione Lazio per verificare se sussistano le condizioni per procedere con lo scioglimento del Consiglio Comunale, l’ultima iniziativa dell’opposizione nei riguardi dell’Amministrazione Di Fiori che entro lo scorso 30 aprile avrebbe dovuto approvare il rendiconto della gestione finanziaria del Comune di Ardea per l’esercizio 2014. 

Leggiamo da una nota congiunta emanata dalle segreterie del Pd e del Psi: “L’articolo 227 comma 2 del Tuel parla chiaro e dà scadenze precise, ma nonostante questo, per quanto ci risulta e in totale discordanza rispetto a quanto previsto dalla legge, la Giunta Di Fiori non sembra essere stata in grado di predisporre ed approvare né gli schemi del rendiconto dell’esercizio 2014 né la proposta deliberativa da sottoporre al Consiglio Comunale”.

“Se le disposizioni dettate dal Tuel non sono state rispettate, – prosegue la nota – pretendiamo che vengano applicate le normative vigenti e che si valuti seriamente la possibilità di scioglimento del Consiglio. I regolamenti e le leggi sono fatti per essere rispettati. Se ad Ardea è consuetudine che vengano ignorati, ci auguriamo che gli organi superiori competenti in materia facciano le dovute verifiche e prendano tutti i provvedimenti necessari a ristabilire la legalità in questa terra dimenticata dal mondo”. 

Più informazioni su