Seguici su

Cerca nel sito

Adr: “Aeroporto operativo, dopo il caos e la paura, si torna pian piano alla normalità”

Aurigemma (Fi): "Leonardo da Vinci è la porta accesso a Capitale" Califano e Calcaterra (Pd): "La nostra solidarietà alle aziende e ai lavoratori"

Più informazioni su

Il Faro on line – Aeroporti di Roma comunica che stanno via via riprendendo le operazioni di volo presso lo scalo Leonardo da Vinci di Fiumicino. I primi aerei sono decollati, tra questi un volo operato da Delta Airlines per Detroit e un altro di Iberia per Madrid. La società di gestione aeroportuale ha messo in campo una task force di quasi 400 addetti per assistere i passeggeri, per le attività di sicurezza e vigilanza e per supportare nelle prime operazioni per il ripristino delle condizioni di agibilità al Terminal 3.

“Quanto accaduto al T3 dell’Aeroporto di Fiumicino è preoccupante. Non solo per l’elevatissimo impatto delle fiamme sulla struttura, ma anche per le dure ricadute sulle infrastrutture viarie, ferroviarie, il blocco dei voli per metà della giornata, scelta che ha certamente ricadute economiche rilevanti – dichiara il consigliere regionale Aurigemma – A questo punto è evidente che sebbene i 18mila sensori possano anche aver funzionato, il sistema antincendio non ha risposto in modo efficace da preservare davvero l’infrastruttura. Che alla fine dell’anno, peraltro, dovrà accogliere milioni di pellegrini in arrivo a Roma per il Giubileo.
A questo punto è chiaro: AdR deve chiedere maggiori risorse, che evidentemente non ci sono, per trasformare il Leonardo Da Vinci in un aeroporto degno di rappresentare una porta d’accesso alla Capitale d’Italia – Senza ritardi, senza esitazioni, ma con professionalità e visione di insieme a lungo termine” – dichiara il consigliere regionale Aurigemma.

Il Segretario del Pd di Fiumicino Stefano Calcaterra dichiara: “Voglio ringraziare a nome di tutto il partito democratico di Fiumicino i Vigili del Fuoco e i Vigili Urbani e tutte le forze dell’ordine che grazie al loro pronto intervento hanno scongiurato il peggio. In questi ultimi mesi questo sito, l’aeroporto Leonardo da Vinci ha subito dal punto di vista della tenuta occupazionale già diversi colpi e questo tragico accadimento non ci voleva proprio. Esprimo tutta la mia e la nostra solidarietà alle aziende e ai lavoratori del comparto, auspico e chiedo ad Adr e a tutti quelli interessati alla questione di non abbandonare queste realtà produttive, già duramente colpite dalla crisi del settore.

Certo che però sembra strano che in un aereoporto così importante, un semplice corto circuito, così pare da notizie stampa, possa essere stata la causa dell’ incendio e del disastro conseguente. Ovviamente saranno gli organi competenti a stabilire cause e responsabilità. Sarà importante capirne i motivi del disastro e verificare se tutte le norme sulla sicurezza siano state rispettate”.

“Il mio primo pensiero in tutta questa vicenda va ai lavoratori e ai gestori delle attività commerciali che hanno subìto ingenti danni nel gigantesco incendio divampato ieri notte all’interno dell’aeroporto di Fiumicino. Spero che dopo aver riportato al più presto la situazione alla normalità, vengano immediatamente studiate soluzione idonee a garantire l’incolumità occupazionale di chi oggi rischia di ritrovarsi senza un lavoro. Un plauso va a tutti gli uomini delle forze dell’ordine che si sono adoperati per i soccorsi e lo spegnimento del rogo. Andranno poi valutate inseguito le dinamiche dell’accaduto. Rimane un dato di fatto: l’incendio di questa notte è un danno di immagine per l’intera area metropolitana di Roma Capitale che apre diversi interrogativi sullo stato di sicurezza di uno dei più importanti aeroporti europei e mondiali. Tutto questo alle soglie del Giubileo” – afferma il consigliere Michela Califano.

Più informazioni su