Seguici su

Cerca nel sito

Sanità, Fi: “Anche i sindacati medici ribadiscono il fallimento” 

Il consigliere regionale Aurigemma: "Basta parole"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Gli impegni assunti nell’incontro dal responsabile della cabina di regia della Regione Lazio sono rimaste parole”, queste non sono nostre dichiarazioni  ma è soltanto l’ennesimo grido d’allarme, che stavolta arriva dalle organizzazioni sindacali dei medici. Il copione è sempre lo stesso. La sanità laziale è allo sbando e il Presidente Zingaretti è totalmente incapace di affrontare le criticità del settore: dai pronto soccorso al collasso alla cronica mancanza di personale. In questi anni abbiamo assistito ad annunci slogan, fermi però sulla carta. Le uniche misure di rilievo prese dalla Regione sono quelle dell’introduzione della figura delle hostess in corsia; oppure iniziative folli come il see and treat, sperimentato nella asl rmc e poi fortunatamente sospeso, che prevedeva che i pazienti con urgenze minori sarebbero stati visitati da personale infermieristico” – afferma il consigliere regionale Aurigemma.

“I risultati della rivoluzione Zingarettiana sono disastrosi e sotto gli occhi di tutti – conclude Aurigemma -, anche amministrazioni locali di centrosinistra sono state le prime ad esprimere tutto il loro dissenso. Tra l’altro, anche per due volte negli ultimi mesi il Tar ha bocciato due decisioni della Regione (su Ospedale di Bracciano e Laboratori analisi). Così – conclude Aurigemma – non si può più andare avanti. La Regione ammetta il suo fallimento, ne prenda atto e si metta seduta ad un tavolo con tutte le parti coinvolte. Ora servono i fatti, basta con le parole”. 

Più informazioni su