Seguici su

Cerca nel sito

Archiviato il procedimento penale nei confronti del Sindaco Caci 

A seguito della denuncia del consigliere Paola Peruzzi: "Nessun sviamento della funzione pubblica per fini personali"

Più informazioni su

Il Faro on line – Di seguito i motivi ravvisati dal Gip del Tribunale di Civitavecchia che ha accolto la richiesta di archiviazione della Procura. “Ieri – commenta il Sindaco – ho ricevuto la notizia dal mio difensore di fiducia, Avv. Claudio Annibali, che il Gip del Tribunale di Civitavecchia, Dott. Marasca, ha accolto, con Decreto del 13.04.2015, la richiesta di archiviazione promossa dalla Procura per l’ipotesi di peculato. Il procedimento, come si ricorderà, è stato aperto a seguito della denuncia presentata dal consigliere di opposizione, Paola Peruzzi,  nei miei confronti per “uso improprio di denaro pubblico” a seguito dell’invio di sms.

“Ho atteso con pazienza  – continua il primo cittadino – l’esito del procedimento prima di rilasciare dichiarazioni per il rispetto e la fiducia che nutro nell’operato dell’Autorità Giudiziaria che stava indagando e, soprattutto, perché convinto che le accuse infamanti mosse sulla mia persona, denunciate dal capogruppo di opposizione, non avrebbero fatto emergere profili di utilità penale e si sarebbero rivelate per quello che sono, ovvero,  solo infamie. Infatti le corpose indagini espletate dai carabinieri, che hanno ascoltato sul punto molti testimoni, non hanno trovato risconto con quanto denunciato da Paola Peruzzi. Motivo per cui il Pm ha richiesto l’archiviazione, condivisa dal Gip, non ravvisando alcun illecito penale nel mio comportamento”.
 
“Posso ribadire che Paola Peruzzi ha perso l’ennesima occasione per screditare la mia persona, dimostrando ancora una volta di voler trovare successi soltanto attraverso la magistratura, invece di occuparsi del bene di Montalto di Castro mediante un’opposizione costruttiva. A questo punto – informa il Sindaco Sergio Caci – darò mandato al mio difensore perché proceda legalmente per tutelare la mia immagine, messa alla gogna da accuse infamanti, sia come cittadino che nella qualità di sindaco, da parte di chi ha fatto della sala del Consiglio il suo personale tribunale d’inquisizione, in barba agli interessi della comunità”.

Ringrazio – conclude il Sindaco Sergio Caci –  le forze dell’ordine e la magistratura per il lavoro che fanno ogni giorno e mi dispiace che certe manie di protagonismo intasino il loro lavoro quotidiano”. 

Più informazioni su