Seguici su

Cerca nel sito

Aranova, nel sottopasso di via Aurelia il degrado e l’incuria continuano a crescere

Associazione Crescere Insieme: "Anas, Ama, Eni, Adr, Amministrazione.... quanti altri si occuperanno di attentare alla nostra sicurezza e alla nostra salute"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Pericoloso e nel più completo degrado. Sono anni che i cittadini protestano per le assurde condizioni del sottopasso lungo la via Aurelia, ad Aranova. Anni che viene chiesto all’Anas di prendersi le proprie responsabilità e mettere in sicurezza un sottopasso che permette a tantissimi cittadini di attraversare l’Aurelia. Appelli questi ogni volta caduti nel vuoto. Entrando là sotto sembra di affacciarsi in uno dei gironi dell’inferno dantesco: c’è di tutto. E la sera si trasforma nella terra di nessuno, senza alcun tipo di controllo o monitoraggio: nemmeno una videocamera. Era marzo quando il sindaco Montino constatò di persona quella situazione. Lì prese un impegno chiaro: scrivere immediatamente all’Anas per chiederle un tavolo di confronto. Da allora però non si è più saputo nulla. Il tavolo è stato organizzato?” – afferma in un comunicato l’associazione Crescere Insieme.

“Nel bilancio 2015 – continua il comunicato – nell’ambito della nuova ordinanza antidegrado, quante multe sono state inserite sotto la dicitura ‘Anas’ rea di lasciare nel più completo abbandono questo comune?
Il problema è uno: continuiamo a rimanere sotto schiaffo dei poteri forti: l’Anas che fa orecchie da mercante sullo stato di degrado dell’Aurelia e del sottopasso e non muove un dito per il famoso snodo con Aranova dove si verificano puntualmente incidenti; l’Eni per l’inquinamento di cherosene; l’Ama per il percolato lasciato sulle strade; Aeroporti di Roma che ci regala solo inquinamento acustico e atmosferico senza alcun vantaggio occupazionale. L’impressione è che qui si continui a predicare bene e razzolare male”. 

Più informazioni su