Seguici su

Cerca nel sito

Porto di Claudio e Traiano, inaugurato il molo per l’accesso all’area archeologica

Il sindaco Montino: "Oggi si apre alla gente l'approdo al Porto di Traiano. Importante pubblicizzare in tutto il mondo le tante bellezze che il nostro paese può offrire"

Più informazioni su

Il Faro on line – Quattro fermate: Ponte Due Giugno, Porto di Claudio e Traiano, Castello di Porto e Scavi di Ostia Antica. “Oggi si inaugura l’approdo al Porto di Traiano, entro Luglio doteremo di scivoli che possano permettere anche ai disabili di poter vedere un magnifico paesaggio fluviale”. Queste le parole del sindaco di Fiumicino, Esterino Montino, che ha inaugurato il nuovo attracco al molo dell’Archeo Boat. Le fermate saranno raggiungibili anche dalla pista ciclabile, i lavori stanno proseguendo  e collegheranno Parco Leonardo al Ponte Due Giugno.

“Nel  canale ci sono ancora  numerosi battelli semi affondati – prosegue  il sindaco Montino – ma stiamo lavorando con gli enti competenti per poter al più presto farli rimuovere. È comunque importante attivare in modo permanente questi servizi e pubblicizzare in tutto il mondo le tante bellezze che il nostro paese può offrire“. Presenti la vicesindaco Anna Maria Anselmi, il Direttore dell’area archeologica Renato Sebastiani, l’assessore ai lavori pubblici Angelo Caroccia, l’assessore all’urbanistica Ezio Di Genesio Pagliuca, l’assessore alla scuola Paolo Calicchio, l’assessore all’ambiente Roberto Cini.

“L’area archeologica è una delle più grandi attrattive del nostro territorio, un patrimonio di inestimabile valore che va tutelato ma anche valorizzato portandolo alla conoscenza del mondo intero – ha proseguito il sindaco Montino -. Un servizio di questo tipo è davvero una bella occasione per navigare sul Tevere e raccordare Fiumicino con Roma e Ostia attraverso un percorso archeologico e naturalistico che vedrà l’acqua come protagonista. Oggi è stata una giornata importante perché qui, presso questa banchina, sono approdati sia i cittadini di Fiumicino che un gruppo internazionale di esperti francesi, inglesi e spagnoli, giunti a Fiumicino da Roma sempre attraverso il Tevere per un convegno all’interno dell’area archeologica. Già da questo si dovrebbe capire che quando si mette in campo una sinergia come quella tra Comuni e Sovrintendenza si può davvero sperare di andare  molto lontano”.  

“In poco tempo – afferma l’assessore ai lavori pubblici, Angelo Caroccia – abbiamo realizzato un’opera importante in vista della partenza di un servizio costante di collegamento turistico fluviale. Davanti all’area archeologica è stato fatto un attraversamento pedonale con strisce, dissuasori di velocità lampeggianti e nuova segnaletica. È stato posizionato un cancello, riempita  una cunetta e realizzato il marciapiede lungo la via Portuense per la messa in sicurezza della fermata degli autobus e dei pedoni.
Dove c’erano erba e canne ora c’è un percorso pedonale in terra battuta e una staccionata in pali di castagno, una scalinata in ferro e, ovviamente, l’attracco per il battello con annesse ringhiere di contenimento e sicurezza. Proprio qui, inoltre, arriverà la pista ciclabile che parte da Parco Leonardo. Stiamo lavorando infine per la realizzazione di un parcheggio di 200 vetture e autobus turistici proprio davanti ai Porti”.

Il presidente della commissione Cultura e Turismo, Maurizio Ferreri si è così espresso: “Uno dei primi obiettivi di questa Amministrazione è sicuramente lo sviluppo del Turismo L’abbiamo dimostrato da subito creando eventi permanenti su tutto il nostro territorio come le due Notti Bianche, Metropolitana che racchiude molti eventi culturali e dove la partecipazione è di anno in anno sempre in aumento. Abbiamo cercato ed ottenuto da Adr la possibilità di avere un Infopoint all’aeroporto e proprio in questi giorni è stato pubblicato un bando per lo sponsor. L’inaugurazione del primo approdo, quello del Porto di Claudio e Traiano è un evento importante  per Fiumicino. Poter offrire  la  possibilità di navigare il Tevere ed approdare in posti unici al mondo porterà sicuramente uno sviluppo del nostro turismo. Il Giubileo non ci troverà impreparati“. 

Patrizia Cascioli

Più informazioni su