Seguici su

Cerca nel sito

Russo D’Auria: “Il da Vinci low cost? Sarà la morte del nostro futuro”

Il leader di Gil: "Bene la presa di posizione del Sindaco. Ora l'importante è stare tutti uniti"

Più informazioni su

Il Faro on line –  “Da anni diciamo alcune cose riguardo all’aeroporto, prima tra tutte che ciò che una volta era una risorsa  per Fiumicino oggi è diventato un peso: inquinamento, viabilità, disoccupazione… tutte le negatività ricadono sulla nostra città senza che ci sia un vero ritorno in termini di economia. Sentire ora le parole del sindaco Montino sulla stessa linea lo reputo un segnale importante, di presa di coscienza collettiva. Solo se amministratori e amministrati faranno fronte comune si potranno ottenere risultati”. A parlare è Mario Russo D’Auria, leader di Gil (Gruppo indipendente libero per Fiumicino), che entra nel merito del futuro dello scalo internazionale Da Vinci.

“Questo aggettivo, e cioè ‘internazionale’ – prosegue Russo D’Auria – deve essere riportato alla sua  giusta dimensione, altrimenti non ci sarà un vero futuro che possa avere ricdute sui nostri giovani. Puntare tutto sui low cost non vuol dire solo rinunciare ad un asset che dà lustro all’Italia, significa anche che nei prossimi anni avremo lavori low cost, stipendi low cost, commesse low cost. Il principio di pagare poco andrà inevitabilmente a finire sulle spalle dei nostri giovani che se vorranno lavorare lo dovranno fare a costi bassissimi, con stipendi da fame ed orari da schiavi.

Dobbiamo costringere Aeroporti di Roma a scegliere una strategia che porti occupazione vera sul territorio. Non mille contratti da fame, ma un lavoro che dia dignità e sostentamento alle nostre famiglie. Altrimenti i metodi amministrativi per contastare piani aziendali non utili al territorio esitono. A patto che Comune e cittadini siano uniti”.

Ilaria Perfetti 

Più informazioni su