Seguici su

Cerca nel sito

Cozzolino: “Enel formi le competenze che mancano sul territorio”

Il sindaco: "Circa 20 lavoratori sono stati abbandonati"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Saputo già dai giorni scorsi che ci sarebbe stato un presidio davanti ai cancelli di Tvn, mi sono sentito in dovere di andare ad ascoltare i lavoratori e di parlare con Enel per capire come superare il problema che si trascina da settembre, per circa 20 lavoratori che sono rimasti fuori dai lavori necessari per la prevista fermata del 14 aprile. Abbiamo proposto ad Enel, insieme ai sindacati, di riattivare il centro di formazione previsto dall’accordo del 2008 e per farlo di utilizzare proprio i lavoratori che sono rimasti fuori dalle lavorazioni della fermata. Sempre nel rispetto dell’accordo del 2008 abbiamo chiesto ad Enel di formare quelle competenze necessarie per diminuire quanto più possibile le maestranze non civitavecchiesi all’interno della città”  – dichiara il sindaco Cozzolino. 

“Questo ovviamente – conclude il sindaco Cozzolino –  perchè l’unico motivo plausibile che ha l’azienda nel ricorrere a competenze di fuori città è l’assenza di queste nel tessuto lavorativo locale. Ferma restando l’evidente responsabilità anche delle ditte locali nella vicenda, Enel si è comunque detta disponibile a valutare quella che è una plausibile proposta della quale si discuterà più approfonditamente in un incontro che si svolgerà la settimana prossima insieme anche all’Amministrazione comunale.
Solo a seguire, in un separato tavolo, si parlerà anche della questione relativa agli ex lavoratori Italcementi: siamo fiduciosi di riuscire a far fare decisivi passi in avanti ad entrambe le vertenze”.

Più informazioni su