Seguici su

Cerca nel sito

Ancora medaglie per il campione Andrea Pellegrini 

Pellegrini: "Ringrazio i maestri Carmine Autullo e Emanuele Di Giosaffatte"

Più informazioni su

Il Faro on line – Si è svolta domenica 26 aprile 2015 all’Autodromo di Adria, in concomitanza coi Campionati Italiani a squadre di serie B1, B2 e C, la prova integrata 2015. La competizione ha visto, complessivamente, la presenza di 48 atleti che, al di là della loro condizione di normodotati o paraolimpici, si sono affrontati alla pari. Tutti gli atleti, infatti, si sono affrontati sulle speciali carrozzine per la pratica della scherma paraolimpica, superando cosi ogni barriera ed orientando i riflettori sui valori forti che lo sport riesce ad esprimere.La prova integrata di spada è stata vinta dal bronzo paraolimpico di Londra2012, Matteo Betti.

Nella prova di fioretto, a vincere è stato invece è stato il nostro campione di Ladispoli Alberto Pellegrini dell’Accademia d’armi Musumeci Greco di Roma. La finale ha visto l’atleta Ladispolano superare Emanuele Lambertini della Zinella Scherma di San Lazzaro di Savena, col punteggio di 15-11. In semifinale Alberto Pellegrini aveva superato Giovanni Brocca della Scherma Mogliano per 15-14, mentre Emanuele Lambertini aveva avuto la meglio per 15-12 di Matteo Betti (Fiamme Azzurre).

Alberto Pellegrini ha poi sfiorato il “bis” nella prova integrata di sciabola. L’atleta dell’Accademia Musumeci Greco di Roma si è infatti fermato in finale contro Alessio Bonino dell’Isef  Eugenio Meda di Torino, che ha vinto la prova col punteggio di 15-13.Il quadro delle semifinali aveva visto Pellegrini vincere l’assalto contro Pietro Manduca del Club Scherma Pinerolo Olimpica per 15-6, mentre Alessio Bonino aveva superato Edoardo Giordan dell’Accademia Greco Roma per 15-12.ù

Per i primi tre atleti normodotati, in ognuna delle prove, la Federazione Italiana Scherma ha messo in palio la possibilità di partecipare come sparring-partner ai ritiri della Nazionale paraolimpica in preparazione ai Mondiali di Eger2015.

Ma l’avventura di Pellegrini prosegue in Canada sabato 2 e domenica 3 maggio 2015, precisamente a Montreal, dove l’atleta azzurro conquista il 14° posto nel fioretto ed il 7° posto nella sciabola, dopo aver battuto il numero 1 al mondo, il francese Noble Romain, salendo sempre di più nel ranking mondiale in vista delle olimpiadi Rio de Janeiro, Brasile, nel 2016.Tornato in Italia da pochi giorni, Andrea Pellegrini esprime la sua soddisfazione e ringrazia le persone a cui deve i suoi successi: “devo ringraziare i maestri “Carmine Autullo e Emanuele Di Giosaffatte” per il lavoro che sto svolgendo individualmente nel Club Ariete Scherma di Ladispoli, e la mia società, “Accademia Musumeci Greco 1878”.

Un grazie va al mio Maestro Renzo Musumeci che cura il progetto “Scherma senza limiti”, insieme alla “Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo”, riservato a schermitori diversamente abili in carrozzina, non vedenti e ipovedenti, che mi permettono con un forte sostegno economico di poter partecipare alle competizioni nazionali e internazionali.

Più informazioni su