Seguici su

Cerca nel sito

Giro di vite dei Carabinieri contro i reati predatori

Intensificati i controlli sul territorio, con particolare attenzione alla fascia litoranea tra Ostia e Fiumicino. Sei arrestati nelle ultime ore

Più informazioni su

Il Faro on line – La Compagnia Carabinieri di Ostia ha intensificato i controlli sul territorio, con particolare attenzione alla fascia litoranea tra Ostia e Fiumicino, ritenuta particolarmente sensibile ai reati predatori. Negli ultimi giorni, numerose pattuglie di militari in divisa e in abiti civili hanno pattugliato la zona, effettuando frequenti controlli alle persone sottoposte agli arresti domiciliari.
A Ostia, una pattuglia del Nucleo Radiomobile ha arrestato un cittadino di nazionalità cilena, in Italia senza fissa dimora, con l’accusa di furto aggravato. Il giovane, unitamente a due complici riusciti a fuggire, aveva appena rubato due borse, un computer ed altri oggetti, lasciati incustoditi nel bagagliaio di una Range Rover in sosta sul lungomare Paolo Toscanelli.

La refurtiva è stata recuperata e restituita alla legittima proprietaria mentre il giovane è stato arrestato.  Gli stessi carabinieri hanno poi arrestato un ladro di nazionalità cilena di 49 anni con l’accusa di evasione dagli arresti domiciliari. Nel corso di un controllo effettuato nelle ore serali, l’uomo non è stato trovato nella propria abitazione in via Antonio Forni ove aveva l’obbligo di rimanere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

A Ostia i carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno arrestato un 47enne romano e una donna uruguaiana di 35 anni, con l’accusa di furto aggravato di energia elettrica; contestualmente hanno denunciato in stato di libertà la madre convivente dell’uomo, una donna romana di 75 anni.

Durante un controllo effettuato presso la loro abitazione in via dell’Idroscalo, ove l’uomo era sottoposto agli arresti domiciliari, i militari hanno scoperto che i tre avevano realizzato un allaccio abusivo alla rete elettrica dell’Acea, per alimentare di corrente elettrica il loro appartamento. Il Tribunale di Roma, dopo averne convalidato l’arresto, ha liberato la coppia ma, quando sono ritornati a casa, l’uomo ha ripristinato l’allaccio abusivo. Nel corso del controllo successivo, i carabinieri lo hanno nuovamente scoperto ed arrestato. 

A Fiumicino, i carabinieri della locale Stazione hanno arrestato un cittadino romeno di 30 anni già noto alle forze dell’ordine per i suoi trascorsi con la giustizia, sorpreso a rubare in un negozio, nel centro commerciale “Parco Leonardo”.
Il ladro, aveva rimosso le placche antitaccheggio da alcuni capi di abbigliamento, riponendoli in una borsa che portava a seguito. La sua condotta, non è passata inosservata ad un addetto alla vigilanza che ha chiamato il 112. I carabinieri, giunti poco dopo, hanno arrestato il ladro e restituito la merce, del valore di qualche centinaio di euro, al legittimo proprietario.

Più informazioni su