Seguici su

Cerca nel sito

Russo D’Auria: “Sull’aeroporto tutta la politica locale continua a sbagliare strategia”

Il leader di Gil: "Se davvero l'obiettivo è difendere i cittadini, non si può arrivare ai tavoli di concertazione staccati"

Più informazioni su

Il Faro on line – “A distanza di giorni dall’incendio che ha devastato il Terminal 3 di Fiumicino, c’è una cosa che mi lascia ancora sconcertato. Più ancora della lunga ricerca delle responsabilità, è l’atteggiamento dei nostri politici”. Mario Russo D’Auria, leader di Gil (Gruppo indipendente libero per Fiumicino) analizza la questione aeroporto puntando il dito sulla politica locale.

“Non voglio dare colpe a questo o a quello, perché non voglio che sia strumentalizzato questo intervento. Mi limito a riscontrare che nemmeno in un caso come questo, dove decine di persone hanno perso un’occasione di lavoro, dove molti dipendenti sono ancora costretti ad operare in condizioni insalubri, dove il futuro economico dello scalo è in qualche modo compromesso, la politica di Fiumicino riesca ad essere unita nel comune intento di difendere i cittadini.

L’eterna lotta di principio tra destra e sinistra, con l’inserimento ormai di altri soggetti politici, ha visto ancora gli uni contro gli altri armati. Possibile – si chiede Russo D’Auria – che neanche in casi come questo si riesca ad eliminare le polemiche, le battutine, le contrapposizioni? Possibile che non si riesca a fare fronte comune? Abbiamo già avuto dimostrazione che andare divisi ai “tavoli” di concertazione non porta alcun risultato positivo, eppure si prosegue a commettere lo stesso errore. 

Marco Simeone

Più informazioni su