Seguici su

Cerca nel sito

Strage di Capaci, Commemorazione del XXIII anniversario

Califano: "Ricordo molto bene quei giorni terribili quando arrivò la notizia che la mafia aveva colpito il cuore dello Stato"

Più informazioni su

Il Faro on line – Si è tenuta questa mattina, in Largo Giovanni Falcone, la cerimonia di commemorazione del XXIII Anniversario delle Stragi di Capaci e Via d’Amelio, nelle quali nel 1992 persero la vita i giudici palermitani Paolo Borsellino e Giovanni Falcone insieme con i valorosi uomini della scorta.L’Associazione Acis Premio Città di Fiumicino “Contro tutte le mafie” insieme con l’Amministrazione Comunale, rappresentata dal Presidente del Consiglio Michela Califano e dall’Assessore Roberto Cini, hanno deposto una corona di alloro presso il largo dedicato alla memoria del giudice Falcone e inaugurato la targa e l’albero di ulivo dedicata a tutte le vittime delle mafie.

Alla commemorazione hanno preso parte gli studenti delle classi quinte della Scuola Primaria “Ettore Marchiafava”, Istituto Comprensivo Maccarese, i quali hanno letto alcuni pensieri dei giudici Falcone e Borsellino a conclusione del loro progetto di “Cittadinanza e Legalità” promosso dalle insegnanti della scuola primaria in collaborazione con i volontari dell’Associazione Acis. Accanto ai ragazzi della scuola elementare a presentare i loro lavori dedicati alla lotta alle mafie sono stati gli alunni della Scuola Media “Emilio Segre” di Fiumicino, Istituto Comprensivo Lido del Faro, i quali hanno realizzato cartelloni, opere in ceramica, striscioni e temi lasciati simbolicamente sull’albero d’ulivo ed accanto alla targa.

Alla cerimonia sono intervenuti altresì i rappresentanti delle forze dell’ordine territoriali, Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Polizia Locale e Capitaneria di Porto e l’Associazione Nazionale Polizia di Stato sezione di Fiumicino.Nel corso della manifestazione il Segretario dell’Associazione Acis, Fernanda De Nitto, ha ricordato il valoroso e coraggioso esempio di legalità e giustizia lasciato dai giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino che insieme alle loro scorte sacrificarono la vita per la lotta alle mafie e letto i messaggi di saluto e vicinanza arrivati all’Associazione da parte del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e dal Presidente del Senato Pietro Grasso.

La presidente del Consiglio Comunale Michela Califano: “Oggi in largo Falcone si è svolta una cerimonia a 23 anni dalle stragi di Capaci e via D’Amelio durante la quale, oltre a deporre una corona di alloro, sono stati messi a dimora un albero di ulivo e una targa a ricordo di tutte le vittime delle mafie. Un evento a cui hanno preso parte anche alcune scuole del nostro territorio, come l’istituto comprensivo Marchiafava, l’istituto comprensivo Lido del Faro e la scuola Segrè. I ragazzi devono essere protagonisti di una memoria da non cancellare”.
“Ricordo molto bene quei giorni terribili –ha spiegato la presidente Califano- quando arrivò la notizia che la mafia aveva colpito il cuore dello Stato. Noi abbiamo la carta costituzionale più bella del mondo e dobbiamo pensare che, probabilmente, il diritto che abbiamo acquisito lo dobbiamo anche a gente come Falcone e Borsellino, agli uomini della loro scorta e alle forze dell’ordine che, ogni giorno, ci proteggono e proteggono i nostri diritti.
La scuola è importante per i ragazzi, così come è importante che i genitori trascorrano cinque minuti del loro tempo a trasmettere la memoria del proprio Paese e dei fatti importanti, per creare in futuro dei cittadini consapevoli”.

Più informazioni su