Seguici su

Cerca nel sito

La Regione Lazio dà nuovo slancio alla zootecnia

Più potere contrattuale e maggiori garanzie per gli allevatori sono gli strumenti messi in campo per rilanciare un settore ritenuto strategico

Più informazioni su

Il Faro on line – “La Regione Lazio ha messo in campo tutti gli strumenti possibili per dare nuovo slancio al settore della zootecnia, ritenendola strategica per l’economia regionale. Per cominciare abbiamo ritenuto decisivo portare le problematiche legate ai produttori del settore al tavolo nazionale sottoponendo all’attenzione del ministro le nostre priorità: rafforzare l’organizzazione dei produttori agricoli per aumentare il potere contrattuale degli allevatori nella definizione del prezzo del latte alla stalla”. Lo ha dichiarato l’Assessore regionale all’Agricoltura, Caccia e Pesca, Sonia Ricci, a conclusione del tavolo agroalimentare svoltosi oggi presso gli uffici regionali alla presenza dei  rappresentanti delle organizzazioni agricole regionali di categoria, Coldiretti, Copagri, AGCI, Cia, Confcooperative, Confagricoltura, Legacoop.

“Al fine di rafforzare ulteriormente la produzione agricola – prosegue l’Assessore – abbiamo anche sottolineato l’importanza di introdurre maggiori garanzie contrattuali per i  produttori, in riferimento per esempio alla durata dei contratti e al rispetto di un equilibrato rapporto tra l’andamento dei prezzi e i costi di produzione sostenuti dalle aziende.

Nei prossimi giorni presenteremo una memoria di Giunta di indirizzo per la costituzione della Casa dell’Allevatore con l’obiettivo di mettere a disposizione un luogo in cui gli allevatori possano ricevere assistenza, informazioni utili e risposte concrete ai loro bisogni legati alla ricerca, alla promozione dei prodotti e alle opportunità derivanti dai fondi europei del PSR. Proprio la nuova Programmazione di Sviluppo Rurale presenta misure e fondi che saranno determinanti per il sostegno della filiera lattiero-casearia e il sistema allevatoriale, con particolare riferimento alle start-up dei giovani, ai progetti di innovazione e alle produzioni biologiche.

Per ciò che riguarda la nuova legge regionale sulla fauna selvatica approvata in Consiglio regionale, il Segretariato Generale della Regione sta costituendo nella Direzione Agricoltura un’apposita Area, o ufficio, a supporto dell’applicazione di tale legge.

Comprendiamo le spinte sociali del territorio – conclude l’Assessore – perché prodotto di anni di inerzia istituzionale, ma vogliamo ricordare che abbiamo raccolto un’eredità pesante e che in questi due ultimi anni abbiamo lavorato e continueremo a lavorare per ridare dignità a un ente e a un settore che riteniamo strategico per l’agricoltura del Lazio”. 

Più informazioni su