Seguici su

Cerca nel sito

“Okkio alla Salute 2014”, lancia il grido obesità tra i bambini

Iniziativa organizzata dalle associazioni locali e dagli "Assobiologi per il futuro"

Più informazioni su

Il Faro on line – I dati del Ministero della Salute, raccolti nel corso della campagna, “OKkio alla Salute 2014” evidenziano che nel Lazio 1 bambino su 3 pesa più di quanto dovrebbe (1 su 5 sovrappeso, 1 su 10 obeso) con valori leggermente superiori alla media nazionale.  Noi biologi nutrizionisti, che lavoriamo nel territorio di Pomezia e ci confrontiamo quotidianamente con le problematiche relative al sovrappeso e all’obesità degli adulti ci rendiamo conto che, spesso le famiglie non hanno un quadro corretto della condizione del proprio figlio e non sanno quanto sia importante intervenire per correggere la sua alimentazione per evitare che l’eccesso di peso possa pregiudicare il suo sviluppo e la sua possibilità di diventare un adulto sano. 

Per questo è fondamentale l’educazione alimentare e quindi vogliamo perciò incontrare i bambini e le famiglie al di fuori dei canali ufficiali (scuole, studi pediatrici, ambulatori, etc.) per stimolarli ad assumere comportamenti diversi. Ragazzi e famiglie sono invitati Sabato 6 giugno dalle 9 alle 13: i biologi nutrizionisti saranno in piazza Indipendenza a Pomezia, per incontrarli proporre loro giochi e attività per invogliarli al consumo di frutta e verdura di stagione e per stimolarli ad introdurre una prima colazione regolare. In questa occasione vogliamo anche aumentare nelle famiglie la consapevolezza dei vantaggi di una sana alimentazione per la crescita dei figli e creare un’occasione per il cambiamento. 

L’iniziativa è organizzata da “Assobiologi per il futuro” un’associazione nazionale di biologi (laureati in scienze biologiche iscritti all’Ordine Nazionale Biologi) con sede a Pomezia con il patrocinio del Comune di Pomezia, la collaborazione di aziende locali ed associazioni attive sul territorio come l’“Associazione Le Mamme di Pomezia” e il gruppo Darma che organizzeranno rispettivamente letture e dimostrazioni per la prevenzione del rischio di soffocamento.

Più informazioni su