Seguici su

Cerca nel sito

Aeroporto, Santori: “Bene sequestro. Ora fuori tutta la verità”

Il Consigliere: "Faremo un sopralluogo presso il primo ingresso del Terminal 3 dell’Aeroporto”

Più informazioni su

Il Faro on line – “Avevamo chiesto interventi urgenti alla Asl Roma D e all’Arpa che tardava nel consegnare le analisi effettuate per la ricerca di inquinanti aerodispersi finalmente, la Procura di Civitavecchia ha deciso di apporre i sigilli al Terminal 3 dell’Aeroporto di Fiumicino. Inoltre, siamo ancora in attesa dei risultati da parte dell’Area Igiene Industriale della Asl Roma F sui campionamenti finalizzati alla determinazione della concentrazione di fibre di amianto.
Per tali motivi e a seguito delle numerose richieste d’intervento da parte di commercianti e personale operante nell’aeroporto Leonardo Da Vinci, riguardo le condizioni dei filtri dell’aria sostituiti dopo l’incendio divampato al Terminal 3, effettueremo oggi, alle ore 14:30, un sopralluogo presso l’area devastata dalle fiamme per verificare la sussistenza di condizioni di lavoro idonee a garantire la sicurezza di tutti” – afferma in un comunicato il consigliere regionale, Santori.

“Le preoccupazioni di chi frequenta quotidianamente l’aeroporto derivano dall’eccessiva rapidità con cui si sono svolti i lavori di manutenzione, tanto che in molti ancora indossano mascherine per proteggersi dalle eventuali polveri sottili residue. Inoltre chiederemo chiarezza su altre situazioni gravi che ci vengono segnalate e che avrebbero consentito il mancato controllo sulla prevenzione incendi e l’esposizione di numerosi lavoratori a rischi che potrebbero aver compromesso la loro salute” – conclude il consigliere regionale del Lazio, Fabrizio Santori, membro della commissione Salute, Ambiente e Mobilità che attraverso una nota ufficiale ha richiesto l’intervento dell’Arpa Lazio e dell’Asl Roma D per rilevare lo stato di inquinamento dell’aria presso i Terminal e accertare l’incolumità del personale aeroportuale.

Più informazioni su