Seguici su

Cerca nel sito

Solenni Festeggiamenti in onore dei SS Patroni Erasmo e Marciano

Il comitato ha elaborato un programma di manifestazioni religiose, civili e ludiche che si svolgeranno dal 29 maggio al 2 giugno

Più informazioni su

Il faro on line – Dopo il restauro della cattedrale, è la prima volta che si celebreranno i solenni festeggiamenti in onore dei Santi Erasmo e Marciano, principali patroni della città e dell’arcidiocesi di Gaeta. La lunga storia dei Vescovi Martiri, sepolti nella Cripta della Cattedrale di Gaeta, si interfaccia dall’alto medioevo con il centro tirrenico irradiandosi proprio dalla Chiesa Madre della Diocesi. Ma la festa patronale, oltre ai contenuti e le simbologie religiose che spesso traggono origine da antichi rituali, si basa anche sugli onori tributati ai protettori dalla società civile nelle diverse e svariate modalità. 

Quest’anno, anche in funzione della riapertura della Cattedrale, l’Arcivescovo Fabio Bernardo D’Onorio ha voluto dare nuova linfa ai festeggiamenti dei Santi Erasmo e Marciano: il 30 marzo 2015 ha emesso un decreto di nomina del nuovo comitato festeggiamenti che vede presidente il Parroco Mons. Giuseppe Sparagna, vice-presidente Salvatore Vagnati. Il comitato, in sinergia con il Comune di Gaeta, ha elaborato un programma di manifestazioni religiose, civili e ludiche che si svolgeranno dal 29 maggio al 2 giugno.

Gli alunni della scuola primaria, sono stati coinvolti nella realizzazione di elaborati per il concorso “I Santi Erasmo e Marciano nella memoria”. Nel solco della tradizione storica, il 1 giugno si svolgerà la consegna dei fiori e dei ceri da parte del Sindaco Cosmo Mitrano mentre il giorno successivo l’Arcivescovo celebrerà il Pontificale Solenne a cui seguirà la processione cittadina. Nel corso dei festeggiamenti, oltre alle due bande cittadine, saranno garantiti momenti ludici anche nell’ambito del Blu Tour. Tra i diversi eventi musicali citiamo solo Gianni Aversano e Ron, che insieme ad una serie di gruppi locali animeranno le 5 serate appositamente organizzate. L’ampio programma è pubblicato in una brochure informativa, oltre ad aver avuto diffusione attraverso i social network.

Più informazioni su