Seguici su

Cerca nel sito

Buttata in mare la refurtiva a seguito di un controllo della guardia costiera

L'acqua torbida ha impedito il ritrovamento di un pacchetto buttato in mare

Più informazioni su

Il Faro on line – “Dalla serata di ieri è in corso nelle acque di Formia un’attività della Guardia Costiera finalizzata ad acquisire elementi probatori relativi ad un gommone, presumibilmente coinvolto in fatti penalmente rilevanti. Il battello A68 della Guardia Costiera di Formia, nel pomeriggio di ieri, infatti, a seguito di una segnalazione ricevuta da parte dei Carabinieri di Formia, si avvicinava ad un gommone, presente nel porto di Formia, corrispondente alla descrizione fornita. Alla richiesta dei documenti da parte dei militari, uno degli occupanti il gommone, prima di tentare la fuga, si liberava rapidamente di un involucro, gettandolo in mare. Tale gesto, sebbene repentino, non sfuggiva ai militari della Guardia Costiera impegnati nel controllo.

Nel tardo pomeriggio di ieri, la Guardia Costiera di Formia, valorizzando le informazioni dei militari presenti a bordo del battello A68 e servendosi, altresì, delle immagini del sistema di videosorveglianza portuale, individuava l’esatta posizione e disponeva che il locale operatore tecnico subacqueo si immergesse per ricercare l’involucro gettato in mare. L’acqua torbida e la scarsa visibilità però, ne impedivano il ritrovamento.

All’alba di stamane, la Guardia Costiera di Formia, grazie ad una nuova immersione effettuata dall’operatore tecnico subacqueo, riusciva a recuperare l’involucro segnalato dall’equipaggio del battello A68, che veniva consegnato alla locale Compagnia dei Carabinieri di Formia per gli accertamenti sulla natura della sostanza rinvenuta.”

Più informazioni su