Seguici su

Cerca nel sito

Mancata approvazione del rendiconto finanziario

Il consigliere Abate: "E' evidente ormai che il Sindaco è rimasto solo a capo di una amministrazione ormai allo sbando"

Più informazioni su

Il Faro on line – Il consiglio comunale odierno ha visto la mancata approvazione del rendiconto della gestione finanziaria a tal proposito abbiamo sentito il capo cartello del Pd, Antonino Abate, tra il più inflessibili  impegnato a portare allo scioglimento questa   amministrazione. Ad onor del vero ad Abate gli va riconosciuto nel periodo in cui ha ricoperto la carica di presidente del consiglio facente funzione di essere riuscito, a differenza dell’attuale presidente e del suo predecessore, a portare a termine tutti i consigli comunali, oltre che tirar fuori dalle segrete stanze i famigerati debiti fuori bilancio, debiti che potrebbero portare al dissesto finanziario.

Abate intervistato dichiara: “come ormai è evidente il Sindaco è rimasto solo a capo di una amministrazione ormai allo sbando.
“È scandaloso prosegue Abate come i consiglieri comunali assenti in aula  all’approvazione del consuntivo erano bensì seduti tra il pubblico come comuni spettatori pur di non assumersi una loro responsabilità. Il documento contabile che andava approvato era l’esercizio finanziario dell’anno 2014, quindi un bilancio a loro conosciuto avendolo l’anno prima a loro uso e consumo.
Noi della minoranza abbiamo scritto al Prefetto descrivendo la particolare e  critica situazione in cui versa il comune  particolarmente compromesso dall’incapacità di gestione di questa maggioranza. Mi auguro prosegue Abate che il prefetto si renda conto della grave situazione che persiste nel nostro comune ed attui tutte le procedute per arrivare allo scioglimento del consiglio comunale”.

Ai consiglieri comunali non presenti in aula oggi, Abate gli chiede di dimostrare serietà qualora il prefetto dia a questa maggioranza ancora una possibilità di riportarlo in consiglio comunale, di mantenere la posizione presa oggi, di continuare a far mancare il numero legale per dimostre così che l’assenza di oggi, non era un atto di forza per un raggiungimento di eventuali scopi personali. Dalle dichiarazione di Abate traspare tutta la confusione che regna sovrana in questa amministrazione ove sono tutti contro tutti ed il sindaco ancora una volta è solo e con una giunta zoppa non riuscendo a nominare un assessore all’ambiente in sostituzione di Romolo De Paolis. 

Luigi Centore  

Più informazioni su