Seguici su

Cerca nel sito

Arrivati dopo 746 km all’Expo di Milano i ciclisti di Ostia in Bici 

Avenali: "All'Expo come Regione Lazio vogliamo portare l'idea di uno stile di vita diverso e sostenibile"

Più informazioni su

Il Faro on line – Mappato il percorso Laziale per realizzare la ciclovia Tirrenica “C’è chi arriva in macchina, c’è chi arriva in aereo e chi in treno. Ma c’è anche chi arriva all’Expo in bici pur non abitando a Milano. Sono i ciclisti di Roma Ostia in bici XIII-Fiab, partiti lo scorso 30 maggio da Ostia e, giunti a Milano oggi dopo una settimana di viaggio e 746 km percorsi. Alla partenza del viaggio intitolato “veni, vidi by bici” ero presente ed è un piacere accogliere ora questo splendido gruppo di sportivi al padiglione laziale dell’Esposizione” – afferma in un comunicato il c onsigliere regionale Avenali.

“L’Expo del resto è un’occasione unica per affrontare tanti temi differenti inevitabilmente connessi all’alimentazione – prosegue Avenali – Uno di questi è senz’altro lo sport, attività che chiaramente ha bisogno di essere affiancata ad un’alimentazione sana e bilanciata. All’Expo come Regione Lazio vogliamo quindi portare soprattutto l’idea di uno stile di vita diverso che si può assumere se si mangia e ci si muove in modo sano e sostenibile”

“Al padiglione laziale dell’Expo – continua la consigliera – portiamo le nostre eccellenze, ma anche le nostre proposte per il futuro. Un futuro in cui nel Lazio gli appassionati di bici riescono a muoversi in sicurezza grazie ai percorsi ciclopedonali previsti dalla mia proposta di legge, ma un futuro anche dove i ciclisti amatoriali possono scegliere in sicurezza di usare una bici al posto della macchina per andare al lavoro. L’esperienza di  “veni, vidi by bici” è stata del resto voluta dall’associazione Ostia in Bici-Fiab proprio per rilanciare il tema della ciclabili e delle ciclovie che tramite la Europen Cyclist Federation si vorrebbe attraversassero tutta l’Europa rilanciando il cicloturismo in tutto il continente.”
 
“La fiera dell’Expo vuole esaltare ‘La potenza della bellezza’ – conclude Avenali – e noi dobbiamo impegnarci a farla conoscere e vivere questa bellezza, costruendoci sopra il nostro nuovo modello di sviluppo sostenibile, per questo mi farò consegnare il lavoro di mappatura del tratto laziale che mancava, prodotto dai ciclisti in questa settimana, per iniziare a ragionare sul ricongiungimento del Lazio alla parte Toscana della ciclovia Tirrenica”

Più informazioni su