Seguici su

Cerca nel sito

Mafia Capitale, Santori: “Consiglieri sostituiti… tutto come se niente fosse”

La senatrice Anitori (Ap): "A Marino chi ha imposto Tassone?"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Marino, il sindaco sceso dalle nuvole, vuole far crederci che nulla sia accaduto. Ma non è così, invochiamo le sue dimissioni perché l’intero sistema comunale è marcio. Il marcio viene da lontano, ma oggi non si può far finta di nulla di fronte a questa inchiesta e agli arresti che ne sono scaturiti. Consiglieri comunali che vengono sostituiti e tutto come se nulla fosse. Il Sindaco marziano eviti il commissariamento per mafia e si dimetta. E se non lo farà sarà costretto il ministro dell’Interno Alfano perché siamo convinti che agisca a prescindere dal fatto che il secondo atto dell’inchiesta Mafia Capitale sembra abbia colpito, come indagato, anche il sottosegretario all’Agricoltura del suo partito l’Ncd” – lo afferma il consigliere regionale Fabrizio Santori

“A prescindere dall’ottimo lavoro svolto dalla Procura di Roma e dalle forze dell’ordine – conclude Santori – non pensiamo che tutto possa passare così inosservato a livello politico. E chi non provvederà sarà politicamente complice di questo sistema marcio”.

“Marino dice che ha allontanato i cattivi: ricordo male o i cattivi erano proprio le persone da lui sostenute in campagna elettorale, primo tra tutti Tassone? ” Così Fabiola Anitori, senatrice ostiense di Area Popolare, commenta l’intervista di Marino secondo cui lui ha “Cacciato i cattivi”.
“Mi chiedo, se non è stato lui a volerli – sottolinea Anitori – allora chi gli ha imposto le scelte? Ricordo al Sindaco che ha aperto solo 2 cancelli e 10 varchi per di più stretti angusti e mal tenuti”. 
“Forse è meglio che la povera vittima di Marino si dimetta  – conclude la senatrice di Ap – così da evitare alla città di Roma un imbarazzo ancora più grande, dovuto non solo alle infiltrazioni mafiose ma anche alla sua incapacità di governare”.

Più informazioni su