Seguici su

Cerca nel sito

Stefanelli: “Scuola Cistrelli ancora chiusa da tre mesi, nessun intervento”

Il Consigliere: "Non ci sono indicazioni neanche per le modalità d'iscrizione"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Il 16 Marzo a seguito di verbale del servizio igiene della Asl è stato chiuso il Plesso scolastico di Cistrelli. Dopo tre mesi i genitori ancora non sanno dove andranno a scuola i propri figli e soprattutto come comportarsi per le iscrizioni al primo anno. Vorrei ricordare agli amministratori che insieme al diritto dei bambini di frequentare edifici scolastici che rispettino un minimo di decenza igienico sanitaria e strutturale, c’è anche la necessità delle famiglie di poter organizzare per tempo la propria vita familiare e professionale” – dichiara Gerardo Stefanelli Consigliere comunale Partito Democratico di Minturno.

“In tre mesi c’erano le condizioni per effettuare quel minimo di interventi necessari al ripristino delle condizioni di sicurezza o comunque programmarli dando certezze a tutta la comunità scolastica, attraverso concreti atti amministrativi – prosegue il consigliere Pd –
A questo si aggiunge anche il caso Balbo, sul quale ad oggi ancora non è pervenuto il parere dei vigili del fuoco. Ho invitato più volte l’amministrazione comunale ad adottare la giusta attenzione in materia di edilizia scolastica, chiedendo di elaborare, magari con il contributo della commissione lavori pubblici, un piano di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria delle strutture scolastiche: un piano di interventi che coniugasse le necessità rilevate dalle istituzioni scolastiche con le disponibilità economiche dell’ente e la vetustà del patrimonio immobiliare del comune”.
 
“Ovviamente – conclude il consigliere comunale Stefanelli – di tutto ciò nulla è stato fatto. Puntualmente, siamo costretti a leggere in atti ufficiali di altri Enti la certificazione dell’esistenza di carenze gravi nelle strutture che ospitano i nostri bambini. Ancor più grave il fatto che si tratta di carenze dovuta alla mancanza di semplice manutenzione ordinaria; non certo quindi attribuibile alla mancanza di fondi e finanziamenti.
Ricordo che la scuola Cistrelli è stata oggetto di un consistente crollo di intonaco nell’estate 2013 e ancora oggi non si interviene né in questi anni l’edificio è stato destinatario di interventi o di richieste di finanziamenti, prova evidente che non esiste nemmeno nei pensieri dell’Amministrazione. L’ennesima prova di un’amministrazione inadeguata”.

Più informazioni su