Seguici su

Cerca nel sito

Usb: “Per l’Enac è irrilevante la sicurezza e la salute di chi opera nell’aeroporto”

Tomaselli (Usb): “Le dichiarazioni del Presidente Riggio, rilasciate nell'ambito del CdA Enac, sulle conseguenze dell'incendio a Fiumicino, ci sembrano offensive"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Affermare che nell’ultimo mese non ci sono stati malori tra i passeggeri, e a noi questo non risulta, quando  comunque centinaia di lavoratori sono ricorsi alle cure del pronto soccorso e qualcuno anche dell’ospedale, dimostra quanto poco sia rilevante per qualcuno la sicurezza e la salute di chi opera nell’aeroporto” – lo dichiara Fabrizio Tomaselli, dell’Esecutivo Nazionale Usb.
 
“Tutto ciò – evidenzia il dirigente USB – è ulteriormente aggravato dall’aver posto l’accento sulle conseguenze per il traffico aereo, e quindi sulle casse delle aziende, derivanti dal sequestro parziale del molo D da parte della magistratura quasi che il magistrato si fosse levato un capriccio e non avesse invece operato per tutelare la salute della gente, lavoratori e passeggeri”.
 
Incalza Tomaselli: “Ma l’Enac è l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, che opera con i soldi dello Stato per assicurare un’aviazione civile ordinata e sicura, oppure l’Ente nazionale delle aziende dell’aviazione civile, che difende i loro interessi e guadagni? Forse il Presidente Riggio, e prima ancora il Ministro Delrio, dovrebbero innanzi tutto rispondere a questa domanda oltre a fare dichiarazioni su quanti passeggeri arrivano o non arrivano nell’aeroporto di Fiumicino”.
 
Aggiunge il sindacalista: “La risposta che ci siamo dati noi, verificando in questa tragica occasione l’operato delle istituzioni preposte al controllo dell’insieme dei trasporti e del trasporto aereo, è che le carenze, il pressapochismo, il privilegiare gli aspetti economici sulla tutela della salute dei lavoratori, hanno prevalso su tutto”.
 
“Le dichiarazioni ambigue di chi poi era ed è preposto alla specifica funzione di salvaguardia e tutela della salute – conclude Tomaselli – insieme alle preoccupanti valutazioni emerse da esperti di fama mondiale che operano nel Cnr, ci portano a confermare la nostra richiesta di dimissioni dei vertici di queste istituzioni, della società di gestione degli Aeroporti di Roma e del presidente dell’Enac. Anche Blatter, dopo tante resistenze, alla fine dichiara che si dimetterà. In Italia siamo peggio di Blatter mai dimettersi!”.

Più informazioni su