Seguici su

Cerca nel sito

Passo della Sentinella, 20enne rischia di essere inghiottito dal fango

Effetto "sabbie mobili" davanti allo spazio giardini. Un ragazzo salvato da Andrea Ranaldi. Russo D'Auria sollecita i vigili urbani, che intervengono

Più informazioni su

Il Faro on line – Ha rischiato di morire come nelle sabbie mobili. Solo che non stava passeggiando nella foresta pluviale, ma semplicemente pescando sulle scogliere di Passo della Sentinella. L’episodio è accaduto circa 48 ore fà, ma nessuno ne ha dato notizia.Verso le 20,30, un ragazzo di circa 20 anni, nello scendere dalla scogliera e dirigersi verso l’auto, abbia pensato di attraversare lo spazio antistante i giardinetti. Una zona estremamente pericolosa perché trae in inganno.

Alll’apparenza sembra terraferma, stante lo stato indurito di fango che si sistema a mo’ di crosta, con tanto di vegetazione che spunta qua e là. Sembra dunque terreno solido, e invece è solo l’alveo ormai abbandonato di quella parte di mare bloccato dai frangiflutti. Dunque zona melmosa, viscida. E così, dopo qualche passo, il terreno ha ceduto sotto il peso e il giovane si è ritrovato immerso nel fango, senza sapere come fare per districarsi.

Le grida d’aiuto sono state sentite da Andrea Ranaldi, che è intervenuto immediatamente per salvarlo; una volta tirato a secco, lo ha portato in casa per permettergli di pulirsi e lavarsi. Una brutta avventura finita bene, ma se nessuno avesse ascoltato quel grido d’aiuto sarebbe potuta finire in maniera molto diversa, e certamente più triste.

Sul posto è poi intervenuto il delegato del Sindaco alla situazione idraulica di Fiumicino, Mario Russo D’Auria, che ha effettuato un sopralluogo. “La situazione è realmente pericolosa – ha detto Russo D’Auria – per questo ho allertato i vigili urbani. Un plauso al comandante e al suo vice che si sono dimostrati immediatamente sensibili al problema, inviando una pattuglia che ha fatto una dettagliata relazione al momento al vaglio degli organi preposti. Nei prossimi giorni vedremo quali passi potranno essere fatti per una maggiore sicurezza dell’area”.
Ilaria Perfetti

Più informazioni su