Seguici su

Cerca nel sito

Patriae di Ardea: “Non si riesce ad approvare il bilancio”

Giustini: "Il Prefetto Gabrielli, invece che applicare la legge, continua a proteggere chi sta devastando la città"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Ancora una volta i cittadini di Ardea vengono presi in giro da chi governa il Paese. Dopo oramai vari Consigli Comunali mai andati a buon fine, e per i quali il Prefetto di Roma ha tradito tutte le speranze di legalita’, dopo il periodo nefasto sotto l’egemonia insulsa del suo predecessore, questa Amministrazione devastante per la citta’, continua a rimanere in sella, grazie a quei due consiglieri che aprono bocca e gli danno fiato. Ad Ardea non si riesce ad approvare un bilancio oramai da circa un mese ed il Prefetto Gabrielli, invece che applicare la legge, continua a proteggere chi sta devastando la città con proroghe su proroghe. A che titolo un Prefetto continua a proteggere l’illegalità?” – lo dichiara Walter Giustini.

“Se poi ci mettiamo pure i proclami fatti pubblicamente di firmare la sfiducia all’attuale amministrazione, senza poi presentarsi alla firma, da quei due consiglieri comunali che oramai siamo abituarti a vedere sotto i gazebo del movimento Noi con Salvini ci chiediamo se non siano più idonei sotto i gazebo di Noi con i fiori. Patriae ha appreso, da Marco Boni, notoriamente rappresentante del movimento politico padano ad Ardea, che qualora gli venisse concessa la delega ufficiale del citato Movimento Politico, non accetterà mai nelle sue fila i due consiglieri Franco Marcucci e Mauro Iacoangeli, che hanno dimostrato incoerenza e poco affetto per la città di Ardea”.

“Non è più possibile – conclude la nota di Giustini – sottostare ai ricatti di una classe politica senza ne arte ne parte ma solo volta a tutelare interessi personali. Patriae di Ardea chiede a gran voce le dimissioni di questa Amministrazione che è riuscita con tutto il suo impegno a fare peggio dell’Amministrazione che l’ha preceduta”.

“Ardea – conclude il comunicato – ha bisogno di una ventata di onestà e rettitudine e non è che con i soliti noti ciò si può ottenere visti gli atti a carico di alcuni Di Fiori sarà ricordata come la peggiore in assoluto che Ardea abbia avuta e come quella degli incendi e delle intimidazioni, mai risolte, che ha consegnato la città in mano al malaffare!!
Di Fiori, dimettiti oggi!!!”.

Più informazioni su