Seguici su

Cerca nel sito

La festa dell’infanzia, attività educative che hanno insegnato molto.. giocando

Alla festa hanno partecipato tutti gli operatori delle strutture di Asilo nido e Spazi Baby del territorio

Più informazioni su

Il Faro on line – Un grande successo per una riuscitissima festa, cui hanno partecipato tutti gli operatori delle strutture di Asilo nido e Spazi Baby del territorio, ognuno dei quali aveva a disposizione un tavolo con materiale informativo per illustrare le proprie attività educative ai genitori interessati, oltre a giochi, gadget, simpatiche girandole, disegnini e lavori in pasta di sale, colori a tempera, dolcetti e tutto quanto può piacere ai piccolissimi ospiti degli asili. Sotto i primi alberi dell’uliveto, appena fuori della rotonda, la colorata festa è andata avanti con la partecipazione di centinaia di bambini accompagnati dai familiari, dopo il saluto dell’assessore Gioia Perrone, che ha ribadito l’impegno dell’amministrazione per fornire servizi sempre migliori alle famiglie, sottolineando il ruolo fondamentale dei nidi, luogo privilegiato per l’educazione e la cura dei bambini. 

Che non devono concentrarsi unicamente sugli aspetti cognitivi, ma devono proporre programmi pedagogici capaci di soddisfare il complesso delle loro esigenze (cognitive, affettive, sociali e fisiche). A seguire l’intervento dell’Avv. Cacciaglia, per la fondazione Cariciv che ha finanziato l’evento, che ha augurato a tutti i  bambini di trascorrere un pomeriggio all’insegna della serenità e del divertimento, salutando i tanti genitori presenti e dichiarandosi soddisfatto per la riuscita dell’evento. Subito dopo, alla presenza di un foltissimo numero di piccolissimi spettatori, si sono esibiti gli artisti della Catapulta, associazione di circo per bambini fondata e diretta da Novella Morellini, che hanno letteralmente incantato il pubblico con delle favole animate, che hanno anche come scopo la lettura ad alta voce utilizzando un linguaggio teatrale ed interattivo.

I bambini sono stati poi attratti ed incuriositi dalla brava e simpatica trampoliera, che li salutava dall’alto dei suoi trampoli, ed hanno potuto anche sperimentare le varie tecniche di giocoleria, equilibrio, acrobatica e teatro, attraverso un piccolo laboratorio di discipline circensi, quali il filo teso , la sfera d’equilibrio, il tendone del circo che, sostenuto da tutti i bimbi, magicamente si gonfiava. Un pomeriggio all’insegna della conoscenza delle strutture locali per l’accoglienza dei minori e del divertimento.

Più informazioni su