Seguici su

Cerca nel sito

Chiude Approdo alla lettura, storica manifestazione culturale del litorale

I vigili hanno cominciato oggi la rimozione della tensostruttura

Più informazioni su

Il Faro on line – Si chiude con la rimozione della tensostruttura che la ospitava la vicenda di Approdo alla lettura, storica manifestazione culturale del litorale romano sin dal 1997. Gli agenti della Polizia locale di Roma Capitale stanno procedendo all’inventario degli oggetti presenti all’interno del tendone di circa 400 metri quadrati posizionato su Piazzale dei Ravennati, nelle vicinaze del pontile.Per due anni il caso di approdo alla lettura è stato al centro delle cronache. Il primo sigillo alla  struttura, avvenuto per occupazione abusiva di suolo pubblico risale al 21 agosto 2013.

Poi nel 2014 è scattata una nuova chiusura per presunti abusi edilizi. In quell’occasione si registrò anche una raccolta firme per la riapertura del luogo. All’11 febbraio 2015 risale invece l’apposizione dei sigilli da parte del Comune di Roma perchè attivato abusivamente. Tullio Catalano, titolare della società che gestisce Approdo alla lettura, promette  battaglia. Tramite i suoi legali ha chiesto infatti al Comune di Roma un risarcimento danni di 1 milione e 200000 euro per alcune presunte inadempienze operate dall’amministrazione comunale nei suoi confronti. Catalano per far valere le sue ragioni non ha esitato a ricorrere al Tar e a compiere azioni eclatanti.  

Come lo sciopero della fame e della sete nel 2014 e l’incatenamento in Municipio il 15 maggio scorso. Ultimo gesto disperato la violazione dei sigilli messi dai vigili urbani alla struttura di Approdo alla lettura. Un atto che Catalano ha pagato poche settimane fa con l’arresto (successivamente revocato perché  non motivato dalla gravità del fatto o dalla pericolosità del soggetto) operato dalla Polizia di Roma Capitale X gruppo mare.

Marco Orlando

Più informazioni su